Quattro persone agli arresti domiciliari per traffico di rifiuti. I carabinieri della Sezione Operativa di Caltanissetta e personale della Sezione Ambiente e Sanita’ della procura nissena, hanno eseguito le misure cautelari a carico di residenti a Sommatino e Delia accusati di associazione per delinquere finalizzata al traffico illecito di rifiuti.

L’indagine, iniziata nel 2021 con il coordinamento della procura, ha consentito di individuare una attivita’ organizzata di raccolta e stoccaggio di un ingente quantita’ di rifiuti di diverso genere in un’area di circa 3tremila metri quadri nel Comune di Sommatino e in un deposito nel Comune di Delia. Gli indagati avrebbero trasformato i siti in depositi non autorizzati per lo smaltimento di rifiuti urbani, speciali e pericolosi, tra cui arredamenti, elettrodomestici e autovetture destinate alla rottamazione ritirati da privati e aziende del territorio.

Gli hanno anche svolto una attivita’ di selezione per individuare quali materiali destinare alla successiva commercializzazione a ditte terze e quali, invece, accantonare definitivamente nel sito, provvedendo, talvolta, a bruciarli generando fumi tossici.