Notizie | Commenti | E-mail / 16:36
                    






Campobello di Licata, anche il gruppo MPA contesta il Sindaco per l’affidamento dell’autoparco

Scritto da il 31 marzo 2011, alle 07:18 | archiviato in Politica, Politica Campobello di Licata. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Il gruppo consiliare Mpa-Libertà ed Autonomia di Campobello interviene sulla scelta del sindaco di affidare gratuitamente un parcheggio per mezzi pesanti che fino a non molto tempo fa il Comune dava in locazione ricavandone utili. Il sindaco – denuncia l’Mpa – taglia servizi obbligatori per risparmiare qualche migliaio di euro e tuttavia concede con noncuranza quel patrimonio dell’ente che potrebbe fruttare quella stessa cifra.

Tra i soggetti interessati a pagare per l’area, anche la Dedalo Ambiente che aveva pensato ad un deposito per i propri mezzi, al fine di evitarne la sosta per le strade.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



25 Risposte per “Campobello di Licata, anche il gruppo MPA contesta il Sindaco per l’affidamento dell’autoparco”

  1. A4 ha detto:

    Punto di domanda : è malafede o ignoranza ?
    1 ) Il servizio di ricovero mezzi pesanti non è obbligatorio ed i trasportari di Campobello sembrano non gradirlo come risulta dai fatti.
    2) I lauti guadagni non esistono e non sono mai esistiti. I citati proventi dell’affitto ha fruttato, soltanto, un procedimento giudiziario per ricupero crediti con conseguente stanziamento di fonti per spese legali.
    3)Il Comune possiede almeno tre siti ( aree libere ) dove la Dedalo potrebbe sistemare i suoi mezzi.
    4) L’unico referente della Dedalo ( Società in fase di scioglimento per dissesti economici ! ) dovrebbe essere il Sindaco che,credo,sconosca la richiesta citata .
    5) Nello specifico sarebbe buona norma per l’MPA non occuparsi più di spazzatura !
    Insisto sul mio consiglio che non è diretto all’MPA ma all’attuale Amministrazione !
    Molti Comuni stanno cercando di vendere beni improduttivi e noi abbamo parecchie passività e spese da affrontare : Piscina,Divina Commedia,hanticappati,verde pubblico.

  2. Giuseppe Sferrazza ha detto:

    Quando un Ente è in difficoltà non deve pensare subito di vendere i propri beni ma prima deve valutare di valorizzarli concedendoli in locazione o in concessione.
    Il punto è semplice.
    Abbiamo un’area destinata a parcheggi mezzi pesanti allora verifichiamo tramite procedura pubblica se c’è qualcuno che è interessato, in caso positivo affidiamola ed incassiamo le relative quote. Il fatto che in passato qualcuno è rimasto indietro nei pagamenti ed oggi c’è una procedura esecutiva non è una scusa buona per dire in passato abbiamo avuto esperienze negative e dunque preferiamo affidarlo gratuitamente, perchè esperienze negative le abbiamo avute anche in altri settori.
    Ricordo che la Dedalo era interessata all’area ma ha ritenuto che il canone di locazione, se non ricordo male di 9 mila euro, era eccessivo per cui dopo il Comune ha affidato un’altra area dove attualmente si trovano i CAM per la raccolta differenziata. Di questo ne abbiamo parlato durante i lavori consiliari del 29/4/2010.
    Sul punto è opportuno riportate alcuni passaggi della mozione presentata dal PD e discussa dal Consiglio comunale in data 29/4/2010.
    Nelle premesse scrivevamo così:
    “ad oggi la Dedalo deposita i mezzi operanti sul territorio di Campobello in una zona non idonea, generando proteste dei cittadini per i continui rumori nelle ore notturne e le esalazioni che fuoriescono dai mezzi e che sarebbe opportuno, invece, che la stessa individuasse un sito idoneo dove poter trasferire anche i CAM per l’avvio della raccolta differenziata, ma anche per depositare i beni ingombranti, nell’attesa di essere conferiti in discarica”.
    Nella parte dispositiva scrivevamo così:
    invita l’Amministrazione comunale “ad imporre il divieto di sosta per i mezzi della Dedalo che operano nel territorio di Campobello nelle aree attualmente utilizzate, poiché causano forti rumori durante le ore notturne ed esalazioni continue, allo scopo di individuare un’area idonea come ad esempio quella di fronte il centro di commercializzazione dei prodotti agricoli, che potrebbe essere utilizzata anche come centro comunale di raccolta differenziata, ma anche come deposito temporaneo per i beni ingormabrati”.
    Per la cronaca tale mozione è stata bocciata dall’allora maggioranza.
    E’ interessante tuttavia evidenziare ciò che scriveva sul punto sopra riportato il funzionario al ramo.
    “A tal proposito è stata presa in considerazione con gli organi direttivi della dedalo, l’ipotesi di utilizzare parzialmente l’area adibita a parcheggio di via Giglia, esclusivamente per il deposito notturno degli automezzi. Pertanto, nel precisare che l’area sopra menzionata con delibera della commissione straordinaria con i poteri della giunta n.14 del 06/04/2009, recante approvazione del piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari per il periodo 2009/2011, è stata destinata parcheggio automezzi pesanti, e che l’art.117 comma 4 del regolamento di contabilità comunale non consente la concessione o locazione di un bene comunale in forma gratuita, si sta elaborando un contratto di affitto temporaneo per assolvere alla necessità della dedalo, senza cambiare la destinazione originaria dell’area di via Giglia”.

  3. GODOT ha detto:

    La verità è una sola….CHE SIETE SOLO DEGLI ACCATTONI E CHE ORA TUTTO NON VI STA BENE. mA MENOMALE CHE FINALMENTE IL SINDACO L’HA CAPITO CHE DI VOI NON SI DEVE FIDARE. STARE FUORI DALLA MAGGIORANZA VI FA BENE. A ROMA SAI COME SI DICE: ….VI RODE IL CULO……..

  4. A4 ha detto:

    Ringrazio il Consigliere Sferrazza per la disponibilità dimostrata al dialogo con un componente della ” maggioranza silenziosa”.
    Apprezzo il suo ottimismo .
    Resta, comunque, un problema quell’insieme di casupole abbandonate che doveva accogliere i mercatisti del sabato ed il famoso ” Stend ” multiplano costato 5 miliardi di lire che ,in origine,dovevassere il mercato ortofrutticolo di Campobello.

  5. rambo ha detto:

    evidentemente godot ne è interessato

  6. Nino ha detto:

    Giusto !!!! l’autoparco è li tutto sporco con le erbacce che arrivano fin sopra il recinto e tutto ciò non interessa a nessuno, quando un gruppo di volontari (vespaclub) pensa bene di portare lì la propria sede pulendolo e rendendolo consono a delle piccole manifestazioni a questo punto tutti sono interessati all’affidamento gratuito dell’autoparco ; ma fatemi il piacere…………………….
    Perchè non vi interessavate di togliere le erbacce quando era tutto sporco
    invece di lasciarlo abbandonato a se stesso???
    Continuiamo così……………………

  7. LU ZI PE ha detto:

    Al gruppo trattino e cosi sia, chiederei di documentarsi prima di scrivere…..
    La dedalo Ambiente era disponibile a pagare…….è documentato che era disponibile??
    Secondo me si sta creando solo dell’allarmismo.
    Voi siete all’occorrenza dell’operato che svolgerà la Protezione Civile con l’affidamento ? Sapete se sarà in grado di poter fare cassa per l’Ente????
    Prima di spenderci in chiacchiere inutili, lasciamo operare e non attaccare subito ad occhi chiusi.
    Non e modo di fare opposizione costruttiva, così non si potrà mai vedere se le iniziative a Campobello sono positive o negative…non vorrei credere che Voi gruppo “oggi” vedete solo NEGATIVO????

  8. gen.caster ha detto:

    i beni comunali sono patrimonio di tutti i cittadini di questo comune,ed e’ corretto che vengano utilizzati per ricavarne profitti specialmente quando non vi sono molte risorse.Non e’ sintomo di sana amministrazione concederli a gratis per fare piacere a un gruppo di persone per passare tempo la domenica,mentre il centro disabili e’ chiuso.I consiglieri comunali eletti per controllare si diano una mossa e facciano ritirare tutti quei provvedimenti con i quali michelino spende soldi pubblici non strettamente necessari.fate opposizione controllate.

  9. giuseppe ha detto:

    A4, il primo commenatore, evidentemente ha cognizione di causa di quello che scrive. Effettivamente il parcheggio ha fruttato, nel tempo in cui è stato locato, solo passività dovute alle difficoltà imprenditoriali di chi lo aveva in gestione. Ciò detto, non in linea con molti commentatori sui fatti, mi permetto far osservare che l’affidamento “temporaneo” alla protezione civile Campobellese non avrebbe implicato nessun diritto di possesso da parte di questa organizzazione. Considerato che il bene comunale, sembrava non interessare ad alcuno , fino a quando è stato ripulito, nulla toglie al Sindaco di valutare opportunità economiche, qualora ci fossero e revocare l’affidamento, senza contare che la stessa associazione di volontariato, se ne andrebbe senza bisogno di particolari formalità, per quello che mi è dato sapere. Inoltre mi corre l’obbligo far osservare che, non sempre, i beni degli enti devono essere destinati a procurare entrare, a volte incoraggiare attività benefiche e istituzionali paga di più.

  10. Giuseppe Sferrazza ha detto:

    @ Nino
    Delle erbacce ci siamo accorti da tempo, infatti è da tempo che chiediamo che si faccia un bando per l’affidamento, basta leggere i resoconti dei lavori consiliari.
    Vedi noi abbiamo contestato l’affidamento gratuito al gruppo volontari di protezione civile, perchè riteniamo che l’area si possa affidare portando soldi alle casse del Comune, mentre oggi ci accorgiamo che la vespaclub (almeno così affermi) “pensa bene di portare lì la propria sede”.
    Premesso che dentro quell’associazione ci sono molti amici, ma il punto è un altro, la vespaclub non figura da nessun atto, l’unico citato è il gruppo volontari di protezione civile.
    Penso, dunque, che sia stata fatta una leggerezza.
    Vi invito infatti a leggere cosa recita l’art.117 del regolamento di contabilità, vigente fino a prova contraria.
    Buona lettura.

    Art.117
    Gestione patrimoniale
    1 – La gestione patrimoniale dell’ente è uniformata a criteri di conservazione e valorizzazione del patrimonio e del demanio.
    2 – I beni patrimoniali non utilizzati dall’ente sono concessi in locazione alle condizioni di mercato e di legge.
    3 – I beni demaniali possono essere dati in concessione a condizioni di legge e sulla base di adeguate valutazioni economiche tra oneri e utilità.
    4 – In base al principio di integrità del bilancio non è consentito dare in concessione o in locazione beni a canone ridotto ovvero in comodato gratuito.
    5 – Qualora l’ente ritenga che il soggetto che ottiene il bene in concessione o locazione sia meritevole di sostegno pubblico provvede all’erogazione di specifici contributi finanziari.
    6 – Per fini sociali adeguatamente documentati l’ente può concedere o locare beni immobili a canone ridotto.
    7 – I beni di cui al comma precedente sono individuati annualmente dal Consiglio nella relazione previsionale e programmatica contestualmente alla formulazione degli indirizzi per la concessione o locazione a canone ridotto.
    8 – Nel caso in cui il conduttore o il concessionario sia autorizzato ad effettuare lavori di manutenzione o ristrutturazione dell’immobile, l’accertamento di entrata deve fare riferimento al canone di mercato o di legge mentre in uscita sarà impegnato il trasferimento a favore del soggetto che ha sostenuto le spese di miglioramento dell’immobile.
    9 – L’Organo esecutivo provvede annualmente e determinare le tariffe per la concessione in uso temporaneo di sale e locali per manifestazioni e iniziative diverse.
    10 – Le tariffe garantiscono almeno il recupero dei costi generali di gestione dei locali nel rispetto del principio di integrità del bilancio.

    Per quanto mi riguarda come consigliere sono pronto a fare ciò che dice il comma 7 ovvero esprimere un indirizzo per affidare per scopi sociali strutture a canone ridotto.

  11. sebastiano caizza ha detto:

    Sebastiano caizza:
    comunque io mi chiedo, in quale atto è scritto che il parco dei mezzi pesanti è stato concesso al vespa club?Una volta per tutte, il parcheggio dei mezzi pesanti è stato concesso in via PROVVISORIA al GRUPPO COMUNALE DI VOLONTARIATO DI PC. Lo stesso gruppo assieme ai volontari ed ai nostri amici del vespa club che poi sono anche amici tuoi, cosi come dici tu, si sono dati appuntamento sabato scorso, ognuno con le proprie scope, con le proprie zappe, con i propri sacchetti, per pulire questo benedetto parcheggio. Se poi il sindaco ritiene di fare cassa con questo parcheggio, affidandolo a privati, il gruppo in quando istituzione comunale si sposterà dove il comune ritiene opportuno. E poi io mi chiedo, perchè non si può utilizzare un gruppo comunale di volontariato per fare cassa comunale? Perchè non può un gruppo comunale di volontariato fare la sorveglianza dei mezzi pesanti? Perchè il gruppo comunale di PC non può fare la sorveglianza ai camion che non possono sostare dentro il paese? Oppure dobbiamo fare per forza un affidamento a privati? Ancora una volta sono sempre più convinto, caro giuseppe, che in questo momento di difficoltà economica, secondo me, tutte le strutture pubbliche e quelle di interesse sociale, visto che non si possono mantenere (vedi piscina comunale, strutture sportive, parcheggio dei mezzi pesanti, ect……..) dovrebbero essere affidate alle associazioni di volontariato, che sicuramente non avranno lo scopo di lucro ma bensi interesse sociale al fine del raggiungimento dello scopo associativo.

  12. Giuseppe Sferrazza ha detto:

    @ Sebastiano
    il tuo approccio è già diverso.
    Lo sappiamo tutti che nella delibera non c’è scritto vespaclub, ma è uscito dai commenti anche da parte loro, dunque non è necessario aggiungere altro.
    Nella delibera di assegnazione provvisoria non c’è scritto quello da te auspicato, ovvero la gestione dei mezzi pesanti, viene fuori solo oggi.
    Vediamo insieme quale è la migliore soluzione e le alternative possibili, ma leggi bene l’art.117.

  13. santina accascio ha detto:

    il pd scrive : il sindaco ritiri il decreto di affidamento dell’autoparco alla protezione civile con tanto di articoli di legge ed allora tutti bravi bene continuate così. il gruppo MpA- libertà autonomia scrive: contestiamo questa decisione del sindaco, siamo accattoni e meglio se stiamo fuori dalla maggioranza. qualcuno potrebbe spiegarmi quale formula è più grave nei confronti dei una decisione del sindaco? RITIRI : mi sa di comando. CONTESTIAMO: mi sa di disapprovazione. se c’è qualcuno che può affermare il contrario o darmi spigazione diversa dei due termini si faccia avanti sarò ben lieta di accettare le spiegazioni.

  14. gino ha detto:

    CONTESTARE O RITIRARE non importa , quello che importa è il fatto che un relitto abbandonato, che fino a ieri non interessava a nessuno, qualcuno lo vuole far diventare una bel sito di aggregazione , tenerlo pulito e farci qualche piccola manifestazione e subito contestazioni a destra e a sinistra !!!!

    Perchè nessuno parla del “degrado Totale” della divina commedia con l’erba alle stelle ???
    Aspettiamo che qualcuno ne chiede l’affidamento gratuito così dopo interessa a tutti i politici di Campobello !!!!!

  15. LILLO PIRRERA ha detto:

    @ GINO e a tutti i campobellesi che notano il degrado del verde pubblico.
    A giorni la ditta appaltatrice del verde pubblico inizierà i lavori di riqualificazione delle aree a verde, in contemporanea uscira il nuovo regolamento sull’affidamento del verde pubblico verso terzi a costo zero per l’amministrazione comunale, così come ho risposto a Marco Abbruscato della Pro-Campobello.
    Credo che sia un passo avanti per il futuro del verde pubblico di Campobello di Licata.

  16. attila ha detto:

    preso atto della precisazione fatta nel commento del pd e letto l’art.117 del regolamento di contabilita’,ritenuto che vi e’ divieto assoluto di affidare in qualsiasi forma beni comunali a titolo gratuito,se ne deduce che michelino non dovrebbe essere invitato a ritirare la delibera,ma dovrebbe essere ritenuto responsabile di un danno.Pertanto i sig.consiglieri di opposizione (MPA PD?) dovrebbero utilizzare tutti i mezzi previsti dalla legge per fare rispettare quanto previsto dalla legge o dal regolamento e fare fruttare il patrimonio che e’ di tutti e non di un pugno di amici.Gli amici si possono incontrare al bar. Poveri noi!

  17. barabba ha detto:

    CAIZZA tu sei il meno adatto a dare sentenze

  18. LU CANALI ha detto:

    @ ATTILA; il punto interrogativo l’hai inserito nel posto sbagliato; perchè i consiglieri del PD li conosciamo tutti, invece quelli del Mpa chi sono???????booooooooooo

  19. sebastiano caizza ha detto:

    per barabba
    Voglio guardarti in faccia per capire chi sei prima di tutto, visto che ti nascondi e poi cosa hai da dire sul il mio nome. Quindi quando hai il coraggio scrivere il tuo nome vero è proprio confrontarsi sono sempre pronto.

  20. V per Vergogna ha detto:

    @Lillo Pirrera & Lu Canali: doctor Jekyll e mister Hyde? Si legge la tua e-mail. Due nomi, una sola persona.

  21. V per Vergogna ha detto:

    dimenticavo… anche “Lu Zi Pe”

  22. barabba ha detto:

    x caizza ma statti zitto

  23. giovanni ha detto:

    non anonimo ………..siete dei parassiti che prima si lamentano che a campobello non si fa’ niente …che… ccu sti vespi nni stuffaru e nun nnannu kki fari????ecc..ecc..
    e poi nelle mie manifestazioni vi venite a nascondere dietro un muro a godervi le sane e’ semplici iniziative svolte con sagrifici e inpegno trascurando le nostre famiglie x dare un senso a questo zombi di paese …..boo????? mi sa’ tanto che forse da ora in avanti tutte le iniziative li faremo in aree private in campagna lontano dal paese e ci godiamo da soli le nostre attivita’ ……………ridicoli facciuoli …….

  24. la bocca della verità ha detto:

    x giovanni..dubito che tu abbia frequentato la scuola elementare,media e tanto meno le superiori

  25. giovanni ha detto:

    @la bocca della verita’…. non e’ tanto quello che si sbaglia nel scrivere una frase o negli errori ma tanto nel significato della frase ….comunque sia meglio essere ignoanti e firmarsi cccchhhe’e’e’colti e nascondersi da vigliacchi dietro un nik……

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata