Notizie | Commenti | E-mail / 08:06
                    






Sicilia, divieto di ingresso a chi indossa abiti succinti al Comune di Gela

Scritto da il 31 luglio 2013, alle 08:24 | archiviato in Caltanissetta, Costume e società, Cronaca, cronaca sicilia, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Via le “tette al vento” e le pance in bella mostra, in barba al caldo afoso. In Sicilia è guerra aperta all’abbigliamento sexy o succinto.  Dopo l’iniziativa del sindaco di Lipari contro l’ uso del costume da bagno in giro per l’isola,  ora anche il primo cittadino di Gela, Angelo Fasulo, ha adottato il provvedimento agli uffici della pubblica amministrazione.

Fasulo non ha firmato personalmente l’ordinanza sul decoro nell’ abbigliamento ma ha inviato una lettera ai dirigenti. Nella circolare sottolineava di aver notato persone che frequentano gli uffici comunali in abiti indecorosi e ha chiesto quindi di adottare provvedimenti.

Il primo a rispondere all’appello è stato il comando dei vigili urbani. All’ingresso della caserma e sulla porta del comandante Giuseppe Montana c’è un avviso che vieta l’accesso a chi si presenta con abiti poco dignitosi.

Restano fuori dalla porta gli utenti o dipendenti maschi in costume da bagno, pantaloncini e pantaloni a vita bassa, così da lasciare intravedere la biancheria intima (o peggio ancora le parti intime, precisa l’avviso).  Banditi anche  zoccoli e infradito. Stessi divieti per le donne con l’ aggiunta anche di top o indumenti che lascino scoperte parti dell’addome o delle spalle . Il provvedimento è in vigore dal 27 luglio. Ovviamente il divieto non vale per i ragazzini  sotto il quattordicesimo anno di età.

SiciliaInformazioni



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata