Notizie | Commenti | E-mail / 12:22
                    






Sicilia, “Bisogna rilanciare i liberi consorzi e le Città Metropolitane: basta parlare di esuberi”

Scritto da il 31 ottobre 2017, alle 06:22 | archiviato in Politica, politica sicilia. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

“Il Csa non ha dubbi : per Liberi consorzi e Città Metropolitane è giunta l’ora di cambiare regime. Se la previsione delle risorse annunciate da Baccei fosse realistica non sarebbe più il tempo di parlare di esuberi e mobilità e si potrebbe avviare un’azione di rilancio degli enti e delle funzioni al sevizio dei cittadini, consentendo altresì l’immediata stabilizzazione dei precari nei comuni (oggi frenata dallo spauracchio della ricollocazione del personale provinciale)”.

E’ quanto sostengono Santino Paladino, componente l’Osservatorio regionale per la riforma, e Giuseppe Badagliacca, Segretario Regionale del Csa, in una nota indirizzata al Dipartimento Autonomie Locali che, a sua volta, aveva richiesto all’Assessore Lantieri di valutare l’opportunità di convocazione dell’Osservatorio stesso.

“Si convochi pure l’Osservatorio – sostengono i due – ma solo per sancire l’inesistenza di esuberi e mobilità, il riavvio degli interventi su scuole, strade, assistenza disabili, turismo, ambiente e dare il via libera alle stabilizzazioni negli enti locali della regione”.

Non viene risparmiata qualche polemica : “Avevamo previsto il disastro in cui si sarebbero trasformate le nefandezze normative del governo che avevano azzerato i servizi al territorio e messo dipendenti delle province e precari gli uni contro gli altri e avevamo chiesto più volte di essere convocati. Ma il Governo è sempre sfuggito al confronto non sapendo più come uscire da una situazione intricata, causata anche dall’incapacità di difendere gli enti dai prelievi statali con un semplice ricorso alla Corte Costituzionale (sollecitato peraltro anche dall’Ufficio legislativo della stessa regione).”

L’uscita del Dipartimento, che chiede indicazioni all’Assessore ad una settimana dal voto, è il segno della resa ad una sfascio normativo che necessita di un urgente inversione di rotta.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata