Notizie | Commenti | E-mail / 22:23
                    




Favara, passati 120 giorni ma Gessica non si trova. Le scritte: messaggio o depistaggio?

Scritto da il 13 dicembre 2018, alle 06:44 | archiviato in Costume e società, Cronaca, Favara. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Sta davvero diventando un intrigo il caso di Gessica Lattuca, la giovane mamma ventisettenne scomparsa esattamente 4 mesi fa da Favara. L’ultimo colpo di scena, in ordine di tempo, la comparsa di altre scritte, dopo quelle di qualche mese fa in contrada Crocca, a Favara. Stavolta un anonimo si è premurato di lasciare”indicazioni” sulla vicenda su un muro in prossimità di Naro, attraverso scritte “vergate” con una bomboletta spray di colore rosso. Scritte  in cui si fa riferimento ad un uomo che potrebbe sapere molte cose sulla giovane favarese.Un analogo caso si era verificato lo scorso 25 ottobre quando, a Favara, ben due scritte indicavano il presunto assassino della ragazza. Nell’ultimo episodio, praticamente di poche ore fa, la dicitura era la segunte: “Del caso Gessica Lattuca è coinvolto Tonino Pandolfo amico dei mafiosi questa è la verità lo sbirro”. Una scritta che è stata “registrata” dagli investigatori che avrebbero immediatamente avviato indagini su quanto di vero possa contenere il messaggio. Messaggio agli investigatori che svolgono le indagini, o depistaggio? Questo è anche il dilemma di quanti si occupano della scomparsa di Gessica, tutte le ipotesi sono al vaglio degli investigatori che cercano di fare luce sulla sparizione della mamma favarese, investigatori che, comunque, lavorano nel massimo riserbo senza lasciar trapelare nulla. Subito dopo il primo episodio di contrada Crocca, un appello fu lanciato dalla madre di Gessica, Giuseppina Caramanno, che esortava chi aveva “lasciato” quelle scritte su un muretto in prossimità di Favara ad “essere più precisi”.“Lillo Cardillo = Gessica assassino”, questa la frase scritta da qualcuno, nel mese di ottobre, qualuno che ha rischiato di essere visto, poiché vicino al muro su cui era apparsa la  frase inquietante passano moltissime auto, in quanto trattasi di una strada trafficata. Insomma un vero e proprio rompicapo quello di Gessica. Un rompicapo che proprio oggi “compie” 4 mesi. Sono infatti passati 120 giorni da quel 12 agosto in cui Gessica si salutò col fratello dicendogli di voler andare in piazza, poi solo voci, chiacchiericci, notizie più o meno vere e quelle scritte inquietanti.   https://www.youtube.com/watch?v=VEv-nzW8–I

 


Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata