Notizie | Commenti | E-mail / 03:02
                    








Cinquecento euro per un volo, l’indignazione dei siciliani, c’è chi ne chiede anche di più

Scritto da il 1 dicembre 2019, alle 06:12 | archiviato in Cronaca, cronaca sicilia, Viaggi e Turismo. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Andare a Roma in aereo dalla Sicilia da ora in poi sarà un lusso per pochi.
La decisione di Vueling di sopprimere i voli da e per Roma, da Catania e Palermo, ha causato un incremento dei prezzi per queste tratte da parte delle due compagnie aeree rimaste, Ryanair e Alitalia.

Dopo l’addio di Vueling, i prezzi dei biglietti da e per Roma hanno raggiunto i 500 euro, tariffa che ovviamente scoraggia gran parte degli studenti fuori sede e vacanzieri che da un giorno all’altro si sono visti praticamente escludere la possibilità di scegliere l’aereo come mezzo di trasporto.
Ma i costi continuano a variare, ovviamente al rialzo. Come riporta Giuseppe Li Causi – storico e biografo di Franco e Ciccio – in un post su Facebook, il prezzo del biglietto per la tratta Palermo – Roma in queste ore ha sfiorato i 600 euro andata e ritorno.

E intanto montano il malcontento e l’indignazione. Qualcuno fa notare giustamente che con quella cifra si può raggiungere l’America, qualcun altro attribuisce la colpa alla politica.
La politica però ha risposto, lo ha fatto con Musumeci che chiede al governo nazionale di intervenire in questa situazione che ha la dimensione di un’emergenza. E’ prevista un’interrogazione parlamentare che nei prossimi giorni darà luogo a ulteriori sviluppi.



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata