Notizie | Commenti | E-mail / 03:56
                    










Elezione presidente del consiglio comunale di Sommatino illegittima: il Cga conferma la sentenza del Tar

Scritto da il 11 maggio 2020, alle 06:30 | archiviato in Politica, Politica Sommatino. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Come si ricorderà, il TAR Sicilia Palermo ha sospeso il provvedimento di scioglimento del Consiglio Comunale di Sommatino, accogliendo la domanda cautelare proposta – nell’interesse di taluni Consiglieri Comunali – dagli avv.ti Girolamo Rubino e Giuseppe Impiduglia.

In particolare, con un’ordinanza del mese di luglio 2019, il TAR Sicilia, Palermo, ritenendo fondate le censure formulate dagli avvocati Rubino e Impiduglia e condividendo “la ricostruzione normativa dell’istituto applicabile in specie come prospettata dai ricorrenti”, ha accolto la richiesta cautelare di sospensione dell’esecuzione del provvedimento di scioglimento del Consiglio Comunale di Sommatino.

Dopo il reinsediamento, è stata convocata la seduta consiliare per l’elezione del nuovo presidente del Consiglio Comunale in sostituzione del dimissionario Leonardo Burgio.

Le prime due votazioni, tenutesi nella seduta del 28.11.19 sono state infruttuose giacchè nessun candidato ha raggiunto la prescritta maggioranza.

Nella successiva seduta del 17/12/2019, i Consiglieri Cigna Giuseppe e Scarlata Nicola hanno conseguito n. 6 voti.

Il Vice Presidente Cocita, pur non avendo nessun candidato raggiunto la maggioranza dei voti, ha arbitrariamente applicato un criterio anagrafico non previsto né dalla legge né dallo statuto comunale e ha proclamato Presidente del Consiglio Comunale il Consigliere Scarlata Nicola, poiché più anziano di età.

I consiglieri Bennici Simona, Cigna Giuseppe Rosario Gaetano, Cianci Filippo, Castellano Mariangela, Pirrello Daniele e Letizia Salvatore hanno, pertanto, impugnato innanzi al Tar Sicilia Palermo del sig. Scarlata alla carica di Presidente del Consiglio.

Si è costituito in giudizio il sig. Scarlata chiedendo la declaratoria di inammissibilità del ricorso e il suo rigetto.

Il TAR Sicilia Palermo sez. III (Presidente Maria Gabriella Quiligotti, Relatore dott.ssa Anna Pignataro), ritenendo infondate le eccezioni sollevata dalla difesa del sig. Scarlata, ha accolto il ricorso, annullando l’elezione del Presidente del Consiglio Comunale di Sommatino.

In particolare, il TAR Palermo ha chiarito che – avendo due candidati conseguito lo stesso numero di voti – la votazione avrebbe dovuto essere dichiarata infruttuoso e ripetuta attesa l’irrilevanza del criterio dell’anzianità anagrafica, nella elezione di un organo istituzionale, quale è il Presidente del Consiglio comunale, che deve essere espressione di una maggioranza assoluta o, a partire dalla seconda votazione, della maggioranza semplice

Avverso tale sentenza il sig. Scarlata, con il patrocinio dell’avv. Giuseppe Ribaudo, ha proposto appello innanzi al CGA.

Il CGA (Presidente dott. Claudio Contesa, Relatore Sara Raffaella Molinaro), con apposita ordinanza cautelare, ha rigettato la domanda cautelare proposto dal sig. Scarlata ritenendo non dirimenti i richiami normativi operati dall’appellante.

Per effetto della suddetta pronuncia il Consiglio Comunale di Sommatino dovrà procedere alla nuova elezione del proprio Presidente.

 



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata