Notizie | Commenti | E-mail / 10:02
                    








Crisi delle aziende e pressioni criminalità, Confcommercio Palermo apre sportello gratuito a difesa imprenditori

Scritto da il 3 luglio 2020, alle 06:24 | archiviato in Politica, politica sicilia. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Il pericolo di “avvicinamenti” e di “pressioni” da parte della criminalità nei confronti di imprenditori che si trovano in difficoltà è molto elevato, specie in questo momento di emergenza socio-economica post pandemia. Partendo da questa considerazione, Confcommercio Palermo ha deciso di attivare un servizio di assistenza gratuito per coloro che possano ritrovarsi vittime di qualunque forma di pressione criminale: mafiosa, burocratica, finanziaria.

La campagna si chiama: “Siamo al tuo fianco contro ogni criminalità” e ha l’obiettivo di offrire assistenza agli imprenditori vittime di pressioni illecite “per diffondere la conoscenza dei loro diritti e degli strumenti legali per resistere a condotte lesive della propria libertà personale e di impresa, in qualunque contesto siano consumate”. È’ stata anche istituita una mail, segnalazioneabusi@confcommercio.pa.it che garantirà la massima riservatezza e sarà possibile compilare il form dedicato (https://www.tiny.cc/resistisiamoaltuofianco) rispondendo ad un breve questionario in cui dovranno essere indicati alcuni dati.
“Il rischio è reale e siamo fortemente preoccupati – spiega la presidente di Confcommercio Palermo Patrizia Di Dio – anche perchè purtroppo gli aiuti previsti dallo Stato non sono sufficienti se non inesistenti e comunque risultano tardivi rispetto a quanto l’emergenza imporrebbe. La crisi economica ha già rilevato una vasta zona d’ombra, dove rischia di insediarsi e rafforzarsi la criminalità attraverso l’usura, le estorsioni o le acquisizioni illecite in danno di aziende in difficoltà. Riponiamo piena fiducia nell’operato della magistratura e delle Forze dell’ordine, che ci hanno dimostrato concreta vicinanza con il quotidiano impegno nella repressione dei fenomeni criminali e con cui Confcommercio intende collaborare per individuare tutti gli strumenti utili per fronteggiare o denunciare qualunque pressione criminale”.
Proprio nei giorni scorsi Confcommercio nazionale ha diffuso gli allarmanti dati di un’indagine condotta sul territorio nazionale da cui emerge che gli imprenditori ritengono fondamentale ricorrere alla denuncia ma che il 33% dei soggetti intervistati indica un’assenza di strategie rispetto alle pressioni criminali (“non saprei cosa fare”) e solo un’esigua minoranza appare completamente sfiduciata (“non si dovrebbe fare niente poiché è inutile”).

Ecco quindi che Confcommercio Palermo, che rappresenta una grossa fetta dell’imprenditoria palermitana, sarà al fianco degli imprenditori contro ogni criminalità e, grazie ai suoi esperti e nella massima riservatezza, indicherà gli strumenti legali per resistere a condotte lesive della propria libertà personale e di impresa, da qualunque parte esse arrivino, non solo dalla criminalità cosiddetta “organizzata” ovvero quella mafiosa ma anche attraverso comportamenti omissivi o vessatori di chi invece dovrebbe garantire risposte certe, con tempi e regole dettate dalla legge.



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



1 Risposta per “Crisi delle aziende e pressioni criminalità, Confcommercio Palermo apre sportello gratuito a difesa imprenditori”

  1. LucaS ha detto:

    Purtroppo… i commercianti… si trovano in gravi difficoltà finanziarie. Molte attività commerciali sono al collasso in tutta la Sicilia… e la provincia di Agrigento… come anche Canicattì… non sono esenti da questa immane tragedia annunciata.

    Ad Agrigento e Canicattì… qualche ristorante ha già chiuso i battenti. Altri lo faranno tra ottobre e dicembre.
    Una grande tragedia economico finanziaria… che necessita dell’aiuto della politica e delle istituzioni locali.

    Negli ultimi giorni… tre nuove inaugurazioni a Canicattì… si sommano alle altre riaperture di maggio… in un momento storico (quello creato dal Covid-19)… che sicuramente farà strage anche di locali nuovi oltre che di quelli “conosciuti” nei prossimi mesi.
    Tanti… purtroppo… non potendo permettersi di pagare un affitto senza reddito di impresa… hanno preferito comunque aprire i battenti e gettarsi nella mischia.
    Senza aiuti da parte dello Stato… tante attività commerciali finiranno nelle mani della mafia o degli usurai.

    Addirittura… pare che la Direzione Nazionale Antimafia si stia interessando molto della questione.
    Interessanti sono gli sviluppi… che sembra abbiano scoperto… sul tessuto economico-commerciale delle regioni del Sud… ed in particolar modo della Sicilia… e legati al riciclaggio di denaro sporco delle organizzazioni criminali con grandi catene di distribuzione organizzata… alla moltitudine di bar… pizzerie… locali della movida… che con la diretta gestione di affiliati ai clan consente loro di ripulire ingenti somme di denaro sporco (provento di attività illecite legate allo spaccio e al traffico di stupefacenti, usura, racket).
    Situazioni… che in un contesto economico depresso… creano una antropizzazione malsana… che non permette all’imprenditoria sana di emergere. Soprattutto… a causa della concorrenza sleale… che ne deriva dalla gestione e dal riciclo di ingenti somme di denaro… da parte delle imprese direttamente o indirettamente collegate alla criminalità organizzata.

    La provincia di Agrigento pare sia la più colpita dal fenomeno.
    E chissà… cosa succederà prossimamente… dagli sviluppi delle attività di indagine delle DDA di Caltanissetta e Agrigento.

    Ci auguriamo… che uno spiraglio di luce possa finalmente illuminare questa terra bistrattata… e che possa dare un futuro sano… alle migliaia di giovani e meno giovani soffocati dalle mafie.

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata