Notizie | Commenti | E-mail / 16:56
                    










Studio su farmaco contro il colesterolo permette aumento di trapianti all’Ismett

Scritto da il 16 settembre 2021, alle 06:40 | archiviato in Cronaca, cronaca sicilia, Salute. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Ismett è il primo centro in Italia per trapianti di fegato eseguiti utilizzando organi provenienti da donatori segnalati come eccedenze maturate in altre regioni che li avevano rifiutati, definiti anche organi marginali. Il dato emerge dal report del Centro Nazionale Trapianti (CNT), nel periodo che va dal 2018 al 220 sono ben 44 i trapianti di fegato eseguiti grazie a organi marginali sui 230 effettuati nel triennio preso in considerazione.
Lo studio che aumenta i donatori
“L’utilizzo degli organi marginali – sottolinea Salvatore Gruttadauria, direttore del Dipartimento per la Cura e lo Studio delle Patologie Addominali e dei Trapianti di ISMETT – ci ha consentito di aumentare il bacino dei potenziali donatori di fegato e di ridurre, in questo modo, la mortalità in lista d’attesa”. I dati di sopravvivenza dei pazienti che hanno ricevuto organi marginali sono sovrapponibili a quelli dei pazienti trapiantati con organi provenienti da donatori a rischio standard.
Un farmaco per ridurre il danno da ischemia
L’utilizzo degli organi marginali può essere considerato merito anche del nuovo studio sull’utilizzo della simvastatina, un farmaco normalmente utilizzato per tenere sotto controllo il colesterolo, nei donatori di fegato a scopo di trapianto che si propone l’obiettivo d’indagare l’efficacia del trattamento nel donatore in morte cerebrale per ridurre il danno da ischemia e riperfusione, evenienza che può incorrere quando la circolazione sanguigna torna al tessuto dopo un periodo di assenza e che è una delle principali cause di complicanze dopo il trapianto di fegato. “Questi dati – conferma Giorgio Battaglia, Coordinatore Regionale del CRT Sicilia – ci danno un’ulteriore conferma delle eccellenze di cui dispone la Rete trapiantologica siciliana. Questo trial è di grande importanza per dare risposta ai tanti pazienti che nella nostra regione attendono un fegato”.

Lo studio finanziato da Roma
Il trial clinico è stato finanziato dal Ministero della Salute attraverso il Bando di Ricerca Finalizzata 2013, si tratta di un progetto di studio grazie al lavoro di due gruppi di ricerca che operano in due strutture siciliane di eccellenza: IRCCS-ISMETT-UPMCI e Fondazione Ri.MED. I risultati dello studio verranno illustrati dal Duilio Pagano, chirurgo di ISMETT e investigatore principale dello studio, come presentazione orale nella sessione Presidenziale Plenaria del Congresso più prestigioso al mondo per le malattie del fegato, “The Liver Meeting” che si svolgerà il prossimo 13 novembre ed è organizzato dall’Associazione Americana per lo studio delle malattie del fegato (AASLD).



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata