Notizie | Commenti | E-mail / 04:54
                    








Più fondi al sud per le progettazioni della messa in sicurezza

Scritto da il 25 novembre 2021, alle 06:24 | archiviato in Politica, politica sicilia. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Grazie all’approvazione di un emendamento a prima firma del deputato palermitano Adriano Varrica, gli enti locali del Mezzogiorno riceveranno almeno il 40% dei fondi per la progettazione degli interventi di messa in sicurezza del territorio. Superato per la prima volta il criterio del 34% nel caso di finanziamento statale.

“Con un emendamento a mia prima firma, approvato in fase di conversione del decreto legge n. 121 del 2021, è stato introdotto – annuncia il deputato Varrica – un importante precedente per il riparto dei fondi nazionali: il vincolo territoriale del 40% per gli enti locali del Mezzogiorno. Questo criterio varrà per le risorse previste dal governo Conte II, fino al 2031 per la progettazione di interventi di messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico, di messa in sicurezza ed efficientamento energetico delle scuole, degli edifici pubblici e del patrimonio comunale nonché per investimenti di messa in sicurezza delle strade”.

Cade il veto della proporzionalità
“Finora – osserva l’esponente cinquestelle – per i fondi statali è valsa la regola della proporzionalità tra risorse e popolazione, garantendo al Sud il 34% del finanziamento, ma di fatto cristallizzando i divari tra le varie parti del Paese. Con il 40% – conclude Varrica – si fa un ulteriore piccolo passo in avanti che di certo non risolve i problemi, ma che rappresenta un segnale dopo decenni di abbandono del Mezzogiorno. Stiamo cercando di costruire i presupposti per riunire infrastrutturalmente ed economicamente l’Italia”.



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata