Notizie | Commenti | E-mail / 06:26
                    








La marineria di Lampedusa dichiara stato di agitazione per il caro gasolio

Scritto da il 8 dicembre 2021, alle 07:08 | archiviato in Cronaca, Lampedusa. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

La marineria di Lampedusa dichiara lo stato di agitazione contro il caro-gasolio e i danni provocati dai relitti delle imbarcazioni dei migranti, e chiede un incontro con l’assessore alla Pesca Toni Scilla. La decisione e’ stata presa stamani nel corso di una assemblea alla quale hanno partecipato armatori e pescatori dell’isola insieme con il sindaco Toto’ Martello e i rappresentanti dell’amministrazione comunale.

Alla base dello stato di agitazione il prezzo del gasolio per i pescherecci che a Lampedusa arriva a costare fino al 50% in piu’ rispetto alle altre localita’ della Sicilia (piu’ di 90 centesimi al litro a fronte di circa 60 pagati nei porti dell’Agrigentino). C’e’ poi il tema delle imbarcazioni dei migranti affondate o fatte affondare nel Mediterraneo che provocano ingenti danni ai pescherecci e rischi per i pescatori: i rappresentanti della marineria lampedusana chiedono dunque un incontro con l’assessore Scilla e, in caso di mancato accoglimento delle richieste di sostegno, sono pronti a dichiarare lo sciopero generale con la serrata del porto. “Condivido le ragioni di questa protesta – dice il sindaco Toto’ Martello – sono al fianco dei pescatori”.



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario





CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617
Direttore Cesare Sciabarra'
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata