Notizie | Commenti | E-mail / 21:32
                    








Mondo crypto: piattaforme migliori, strategie e consigli per iniziare a investire oggi

Scritto da il 23 dicembre 2022, alle 00:36 | archiviato in Economia. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Il mondo crypto è fatto di tantissimi strumenti finanziari, anche molto diversi tra loro. In poco più di dieci anni il panorama della valuta è completamente cambiato: si è arricchito grazie alla nascita e la crescita di tanti nuovi protagonisti. E dire che nel 2009, l’anno di ingresso nel mercato di Bitcoin, non furono molti i trader a intuire le potenzialità di un asset basato su blockchain. Basti ricordare che proprio Bitcoin si presentò agli investitori con una prima quotazione individuale da pochi centesimi di dollaro. Inutile aggiungere che di lì a poco l’asset avrebbe iniziato a crescere in maniera letteralmente esponenziale: avrebbe raggiunto valutazioni anche oltre i 55.000 dollari per BTC, generando vere e proprie fortune all’interno dei portafogli dei trader più previdenti.

Oggi come detto esistono tante valute digitali in grado di generare guadagni: a partire da quelle storiche come il sopracitato Bitcoin, Ripple o Ethereum; fino ad arrivare ai meme token o agli NFT più recenti. Per operare con le criptovalute è importante rivolgersi ad un intermediario affidabile che offra tutti gli strumenti necessari per sviluppare una strategia di investimento vincente.  A questo proposito, un aiuto arriva dalla guida alle migliori piattaforme per criptovalute disponibile su Tradingonline.it, sito web di riferimento nell’ambito degli investimenti digitali tra i più apprezzati dagli utenti.

Cosa sapere delle criptovalute

 

Per fare investimenti con le criptovalute in maniera consapevole è altamente consigliabile conoscere per lo meno le nozioni alla base di questo strumento finanziario. Questo vuol dire non soltanto entrare nel merito delle caratteristiche di una crypto, ma anche avvicinarsi al concetto di blockchain: la tecnologia, o meglio l’insieme di tecnologie alla base di tantissime valute digitali. La blockchain ha permesso la creazione di registri digitali distribuiti, organizzati in blocchi concatenati tra loro. Ogni blocco è pensato per contenere informazioni immodificabili e nel caso delle crypto queste informazioni corrispondono quasi sempre a transazioni. Non a caso da un punto di vista tecnico la criptovaluta è proprio una rappresentazione digitale di valore. Ma non solo.

Il prefisso “cripto” lascia infatti intuire il rapporto tra valuta digitale e crittografia: quella tecnica che consente di proteggere e occultare beni o messaggi di varia natura. In sintesi dunque la criptovaluta è una specie di valuta nascosta che si basa sulla blockchain: un bene virtuale, che non ha corrispettivi fisici e che può essere visualizzato soltanto disponendo di credenziali specifiche. Un ultimo aspetto da conoscere delle crypto è il loro peculiare sistema di attribuzione di valore. Il prezzo delle più importanti valute digitali del mondo non viene infatti controllato da enti o leggi esterne: al contrario dipende quasi esclusivamente dalla volontà dei loro creatori, da quella dei loro proprietari e, più in generale, dalla legge della domanda e dell’offerta.

Consigli e piattaforme per iniziare a investire

 

Come detto il primo consiglio per iniziare a investire in criptovalute consiste nello studiare lo strumento finanziario in questione. Dopodiché è altrettanto importante scegliere il giusto broker: il sito o l’app mobile che, previa iscrizione, permetterà al trader di comprare, vendere o scambiare criptovalute. Da questo punto di vista gli elementi da tenere in considerazione sono molteplici, a partire dalla struttura tecnica del broker.

I broker veri e propri infatti sono quelli che permettono di investire sul prezzo di una criptovaluta. Per potere comprare direttamente le crypto bisogna invece ricorrere agli exchange. Dopodiché è utile tenere conto delle condizioni di utilizzo e delle modalità operative che distinguono la singola piattaforma. Questo vuol dire considerare la presenza di costi di commissione fissi, ma anche la portata del deposito minimo da lasciare online per operare. E, ancora, verificare se il portale dispone di materiale informativo (corsi, video-lezioni ecc.) o di un “Conto Demo”, per fare pratica senza rischiare il proprio investimento.

 

 





   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.




Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617
Direttore Cesare Sciabarra'
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata