La città di Licata si prepara alle elezioni amministrative che si svolgeranno a giungo 2023. Dopo la candidatura ufficiale a sindaco dell’avvocato Angelo Balsamo, già primo cittadino nel 2013, e quella dell’ingegnere Salvo Furno’ che ha lanciato il comitato elettorale “Licata Può“, adesso è ufficiale scende in campo Giuseppe Montana, ex comandante della Polizia Municipale.

“Avevo anticipato nelle scorse settimane una mia riserva su un’eventuale candidatura – spiega il candidato Montana- Riserva che possiamo considerare sciolta poichè ho ricevuto un coro di adesioni da parte di persone di diverso colore politico di diversa coloritura ideologica. Tutti tendenti a spingermi a candidarmi per cambiare questa nostra città. Evidentemente – continua Giuseppe Montana – il progetto che abbiamo proposto ha fatto breccia nei cuori e nelle coscienze dei Licatesi. Abbiamo detto delle cose semplicissime ma che tutti i licatesi vogliono vengano realizzate. Come comune denominatore del nostro agire avremo sempre i concetti di onestà, trasparenza e serietà”.

Di seguito, alcuni dei punti chiave del programma.

-Legalità e trasparenza. L’azione amministrativa sarà esercitata nel pieno rispetto delle leggi, avversando ogni forma di corruzione o malaffare. Saranno attivati i protocolli di legalità previsti dall’autorità nazionale anticorruzione per i contratti pubblici. Sarà istituito un apposito assessorato alla legalità e trasparenza, che passerà al vaglio ogni atto prodotto dal comune. Pulizia ed igiene della città. Restituire dignità alla nostra città riorganizzando il servizio di raccolta dei rifiuti, per eliminare il disastro igienico-sanitario oggi esistente per le strade cittadine. Sviluppo economico. Detassazione dei tributi comunali, seguendo il principio “pagare tutti per pagare meno”.
Creazione delle cosiddette “zone franche”, cioè aree esenti da qualsiasi tassazione per attrarre investimenti. Intercettare i fondi europei e quelli del PNRR, mediante l’istituzione di una specifica unità organizzativa composta da specialisti del settore. Sicurezza urbana.
Sarà istituita la video-sorveglianza della città.
Controlli diurni e notturni, mediante il potenziamento del corpo di polizia municipale, nel centro urbano, nelle campagne e nell’area industriale ed artigianale. Mercati rionali per la vendita ambulante, eliminando l’attuale scempio del decoro urbano. Giovani, protagonisti del futuro.

Investire sui nostri giovani, creando le opportunità per evitare che lascino la nostra città.
Mediante forme di evidenza pubblica, sarà favorita ogni forma di concessione in uso di beni pubblici produttivi in grado di consentire l’attivazione di nuove attività imprenditoriali.Riorganizzazione della macchina comunale per fornire adeguato servizi ai cittadini ed alle imprese.

“A seguito degli incontri che si avranno con i concittadini, le associazioni e tutti gli enti esponenziali, si avrà modo di dettagliare e meglio precisare il nostro programma. Intendiamo proporre alla città un programma condiviso con tutti, in modo da stipulare un patto di onore con i nostri concittadini per i prossimi cinque anni”, ha concluso Montana.