Notizie | Commenti | E-mail / 11:31
                    




Allerta Meteo in Sicilia: Continua l’ondata di gelo

Scritto da il 31 dicembre 2016, alle 06:58 | archiviato in Ambiente, Eventi, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Allerta Meteo ancora in Sicilia. Continua l’ondata di gelo in atto al Centro/Sud Italia: oggi è al suo terzo giorno consecutivo.

La neve è caduta in provincia di Catania, Messina ed Enna. Grazie ad un nostro lettore ecco le immagini della neve caduta a Centuripe in provincia di Enna.

Quella appena passata è stata una notte molto fredda al Centro/Sud, con temperature che sono piombate fino a +3°C a Napoli e Caserta, +2°C a Catania, Sciacca, Benevento e Avellino, +1°C a Roma, Licata, Marsala, Agrigento e Fiumedinisi, 0°C a Frosinone, Lentini, Catanzaro, Trecastagni, Anzio, Vibo Valentia e Monterotondo, -1°C a Tivoli, Pedara, Lamezia Terme, Castrovillari, Acri, Pomezia, Potenza e Campobasso, -2°C a Ragusa, Caltagirone, Randazzo, Latina, Guidonia, Belpasso e Rosarno, -3°C ad Alatri, Paternò, Mormanno e Gela, -4°C a Comiso, Montalbano Elicona, Nicolosi e Laceno, -5°C a Pescorocchiano e Montevergine, -6°C ad Avezzano, Gambarie d’Aspromonte, Serra San Bruno, Capracotta, Campitello Matese e Ceprano, -7°C sul Monte Partenio, -8°C a L’Aquila, -9°C a Scoppito e Monte Curcio, -10°C a Poggio Picenze e Botte Donato, -11°C a San Demetrio ne’ Vestini.

Questo freddo persisterà ancora anche nei prossimi giorni, fino a Capodanno, Domenica 1 Gennaio 2017, con valori molto bassi soprattutto nelle ore notturne. Il maltempo, invece, è in esaurimento ma avremo ancora dei fenomeni residui tra oggi e domani mattina, con ulteriori nevicate fino a quote molto basse.

Come ampiamente previsto, non è stata un’ondata di freddo esclusivamente secca come alcuni erroneamente annunciavano: mai può accadere che arrivano sull’Italia meridionale masse d’aria così fredde senza provocare fenomeni di maltempo.

Le precipitazioni e le nevicate di queste ore sono provocate da due fattori: i contrasti termici e lo “stau”. I contrasti termici si sono verificati nella fase iniziale del peggioramento e successivamente sullo Jonio, con forti temporali, saette, fulmini, tuoni e rovesci brevi ma intensi. Lo “stau”, invece, ha successivamente concentrato le precipitazioni nei versanti appenninici esposti a Nord/Est, da dove provenivano le correnti fredde in un contesto di spiccata instabilità a causa del vortice ciclonico posizionato sul mare Egeo.

Adesso ancora delle precipitazioni da “stau” prima del miglioramento. Ma il freddo e instabile respiro balcanico proseguirà ancora, almeno fino alla Notte di San Silvestro, spingendo masse d’aria fredde verso il Sud Italia fino al giorno di Capodanno.

 



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata