Il Coordinatore Provincia di Agrigento, del Movimento Nazionale Cristiano-Liberale, Prof. Gaetano Lombardo, d’intesa con la Coordinatrice del Comune di Licata Milena Bonvissuto, espongono quanto segue:

Angelo Graci, nel vuoto politico che caratterizza il suo ruolo di sindaco, pur di conquistare un po’ di visibilità cerca in tutti i modi, anche a costo di perdere la faccia, di avere un pizzico di visibilità , continuando a straparlare, ma ormai le sue uscite non fanno più notizia, continuano solo a causare danni alla citta’ di Licata. Graci, invece che dare sfogo ad inutili proclami, privi di logica e di un fine,vorremmo che rispondesse ad alcuni punti fondamentali.

Nella trasmissione televisiva “PRESA DIRETTA condotta su Rai Tre ha dichiarato che senza politica, si amministra meglio. Ci chiediamo: come si pone allora nei confronti di Sicilia Vera,suo attuale partito di appartenenza? Ai licatesi, poi, dovrebbe spiegare come mai, pur essendo stato “l’uomo forte”al ballottaggio del 2008, non ha portato a termine un solo punto del suo programma elettorale scaricando le colpe alle amministrazioni che lo hanno preceduto? (atteggiamento tipico di chi si arrampica sugli specchi).

Se c’erano delle regole da far rispettare dica perché non le ha fatte rispettare; se c’erano inchieste da promuovere dica come mai ha fatto e continua a fare come le tre scimmiette che non vedono, non sentono e non parlano; se c’erano norme da cambiare per evitare lo stato in cui si trova oggi Licata (prossimo al dissesto finanziario) dica per quali motivi con la sua attuale giunta caratterizzata da totale inerzia non ha fatto nulla. Continuare imperterrito e con tanto pressappochismo ad amministrare la città di Licata, rischia di suscitare le tante sensibilità dei licatesi, a cui viene negato un loro sacrosanto diritto, quale la libertà e la democrazia.

Il Movimento Nazionale Cristiano-Liberale, invita il Sindaco e la sua giunta a rassegnare immediatamente le dimissioni e liberare la città da una interminabile agonia, invitando altresì i cittadini a non soddisfare la loro sete di libertà bevendo alla coppa dell’odio e del risentimento, ma a condurre la lotta sul piano della dignità e della disciplina.

Il Coordinatore M.N.C. Provincia Agrigento

Gaetano Lombardo

La Coordinatrice M.N.C. Comune Licata

Milena Bonvissuto