I carabinieri del Ris di Messina si analizzeranno alcuni frammenti rinvenuti nell’abitacolo della Fiat 600, dove lo scorso 5 febbraio è stato trovato il corpo carbonizzato di Antonella Alfano, la commessa trentaquattrenne di Agrigento, morta in circostanze misteriose. La perizia si svolgerà martedì 5 aprile.

Questi esami sono ritenuti fondamentali per ottenere risposte certe ai mille dubbi che attualmente avvolgono l’intera vicenda. I risultati potrebbero dare una svolta decisiva all’inchiesta avviata per accertare la verità sulla terribile morte della donna.

Alcuni materiali che saranno setacciati nei laboratori del Ris appartengono all’ex compagno di Antonella, il carabiniere Salvatore Rotolo, iscritto nel registrato degli indagati con l’ipotesi di reato di omicidio.

Video © AgTv