Notizie | Commenti | E-mail / 21:30
                    








Campobello di Licata, muore sbranato da 2 cani corso il pensionato 73enne Calogero Profeta (Foto)

Scritto da il 21 aprile 2012, alle 18:42 | archiviato in Campobello Di Licata, Cronaca, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Non ce l’ha fatta il settantatreenne Calogero Profeta di Campobello di Licata che nel pomeriggio di oggi è stato ferito gravemente alla testa e in varie parti del corpo da 2 cani di razza corso mentre si accingeva ad entrare nel suo appezzamento di terra, vicino l’abitato, in contrada borginissimo.

L’allarme è stato dato da alcuni passanti, che hanno avvertito il 118 ed i Carabinieri della locale stazione, gli stessi passanti hanno tentato invano di far mollare la presa ai 2 molossi che agivano con  una furia indescrivibile.

Straziante la scena che si è presentata innanzi agli operati sanitari e alle forze dell’ordine, l’uomo era dilaniato in una pozza di sangue.

Calogero Profeta all’arrivo dei soccorsi era ancora in vita, ma è morto durante il trasporto verso l’ospedale Barone Lombardo di Canicattì.

I Carabinieri della locale stazione stanno verificando ora la posizione del proprietario dei due cani,  e il veterinario dell’Asp sta invece decidendo se abbattere o meno i due animali.

A Campobello di Licata la gente è basita nel ricevere la notizia, sospese alcune iniziative politiche e di intrattenimento previste per stasera.

Nelle foto il luogo dell’aggressione e i 2 cani corso con ancora il viso macchiato del sangue dell’uomo aggredito

[nggallery id=264]

Continuano le aggressioni da parte di cani , randagi e non, nel territorio, questa tragedia di oggi accade dopo quelle fortunatamente non mortali di Canicattì e Licata.



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



23 Risposte per “Campobello di Licata, muore sbranato da 2 cani corso il pensionato 73enne Calogero Profeta (Foto)”

  1. Salvo ha detto:

    Sentite condoglianze alla famiglia del signor Profeta….

  2. gaetano ha detto:

    Oltre alle condoglianze, che possono valere poco a lenire il dolore atroce dei familiari per una fine così atroce, voglio esprimere il mio pensiero in merito alla disgrazia accaduta. Innanzitutto un plauso va fatto alle forze dell’ordine preposte al controllo del territorio. Grazie a loro non si vedono in giro per la città: cani di grossa taglia o di razze pericolose senza museruola, affidati a bambini e tutti rigorosamente a guinzaglio (ah si fussi veru!!). Tutti questi cani sono stati controllati, da chi è preposto, è risultano iscritti all’anagrafe canina ( assa mi pari). Ognuno di noi cittadini ha denunciato tutto ciò alle autorità competenti, tant’è che la caserma dei carabinieri, il comando di polizia municipale sono pieni di denunce, in cui si vedono cani senza guinzaglio e senza museruola certe volte affidati a bambini, e le forze dell’ordine sono così impegnate a ricevere queste denunce che non hanno la possibilità di controllare e di sanzionare queste irregolarità. Diamoci tutti una mossa, affinché tragedie del genere non si verifichino più. Di nuovo sentite condoglianze alla famiglia.

  3. PIPPERO77 ha detto:

    CAMPOBELLO E’ PIENO DI RAGAZZI CHE ALLEVANO QUESTO TIPO DI CANI BASTARDI O SI PRENDONO PRECAUZIONI O LI PRENDIAMO NOI CITTADINI CON MANIERE ABBASTANZA SERIE GRAZIE SENTITE CONDOGLIANZE ALLA FAMIGLIA PROFETA

  4. rosa22 ha detto:

    non meritava questa brutta fine , sono addoloratissima. ma non capisco come si possono lasciare cani così feroci in libertà. Troppo comodo dire mi sono scappati!
    sto ancora tremando. Che cugino sfortunato!

  5. tony ha detto:

    quando ci scappa il morto tutti si indignano, diventano tutti bravi cittadini. Le forze di pubblica sicurezza: carabinieri e polizia munipale dove sono? Cosa fanno sul teritorio. Gironzalano a zig zag sul territotrio solo come semplici osservatori indifferenti, come occasionali spettatori di un film già visto e rivisto, nell’assoluta indifferenza. Tutti noi troviamo il coraggio e la forza di parlare solo quando accadono di questi fatti incresciosi. Nel centro urbano di Campobello di Licata troviamo a spasso decine e decine di cani, di piccola e grossa taglia ( la maggiore ) bastardi e di razza ( costosi ), al guinzaglio e non e tutti senza guinzaglio. Dove sono le autorità? Gli organi superiori alle autorità locali quando si decideranno a prendere seri provvedimenti nei confronti di questi incapaci funzionari della ASP e agenti di pubblica sicurezza locale? Arrivederci al prossimo morto azzannato o scalciato da qualche cavallo impazzito a spasso tranquillamente nelle vie principali cittadine nell’indifferenza totale delle forze dell’ordine. Sentite condoglianze alla famiglia Profeta.

  6. Maurilio Cigna ha detto:

    Basta!!! L’ennesimo episodio verificatosi oggi altro non è che l’epilogo di comportamenti, abitudini, leggi non osservate e non fatte osservare, credenze popolari e modi sbagliati per gestire, allevare, educare, amare un animale.
    Non fraintendetemi se do la colpa all’uomo ma è così.
    Quello che si è verificato oggi ne è un esempio lampante.
    Avete visto dove vivevano i cani in questione? Come erano tenuti? In quali condizioni? Avevano cibo e acqua a disposizione? Erano educati al contatto con gli uomini? Vivevano sempre dentro a quel tugurio?
    Provate voi umani a vivere così… Vediamo se poi il vostro comportamento sarà diverso….
    Io condanno quello che oggi è successo in modo assoluto. Ma la verità è una sola: un uomo oggi ha perso la vita in un modo a tutti noi, nel 2012, impensabile; non ci sarà nessuna soluzione, abbattimento dei cani o carcere per il proprietario, che restituirà alla sua famiglia e ai suoi cari questa persona. Ma possiamo fare molto in materia di prevenzione.
    Forse nessuno sa, che i cani randagi (non quelli di oggi che hanno un padrone) sono di proprietà del sindaco del comune dove vivono.
    E’ lui il responsabile dei cani randagi del suo comune.
    Esistono molte leggi a riguardo del randagismo che spesso i sindaci e le amministrazioni non conoscono o fanno finta di non conoscere.
    Le polpette avvelenate non sono una soluzione. Sapete quanto costa per un Comune mandare un cane randagio in un canile convenzionato? 5 Euro al giorno che moltiplicato per n cani per n giorni all’anno fanno una barca di soldi… Esiste un bussiness allucinante nel giro dei canili.
    Basterebbe semplicemente censire tutti i cani presenti nel territorio comunale e sterilizzare le femmine, nel giro di un paio di anni il problema sarebbe sensibilmente ridotto. E sicuramente costerebbe di meno.
    La verità è anche un’altra: moltissime persone non hanno neanche la minima idea di che significa avere, curare, amare una animale per tutta la vita.
    Ci vuole educazione ed amore… Ma basta guardarci intorno: l’amore e il rispetto per il prossimo non esiste… figuriamoci quello verso gli animali.
    Mi dispiace immensamente per quello che è successo oggi… spero vivamente che nessun altro uomo perda la vita come il Sig. Profeta… ma ho i miei seri dubbi…
    Condoglianze a Giuseppe e alla sua famiglia…
    Condoglianze

  7. Vincenzo di Simone ha detto:

    Sono molto addolorato e porgo le mie più sentite condoglianze ad una famiglia seria, laboriosa ma molto sfortunata.
    Che questo fatto increscioso serva un po a tutti come monito per comportarsi in modo più civile e responsabile nei confronti del prossimo.

  8. francesco ha detto:

    Una volta i cani non le facevano queste cose qualcuno sa spiegarmi perchè adesso non c’è giorno che non si sente di tragedie del genere , condoglianze sentite alla famiglia del povero sig. Profeta

  9. Sentite condoglianze alla famiglia Profeta colpita in maniera tragica e improvvisa da questo dolore.

  10. W.Churchill ha detto:

    Sentite condoglianze.

  11. Paolo ha detto:

    Il problema è che per la GIURISPUDENZA italiana un cane è importante quanto un essere umano, chi uccide un cane va in galera!
    Chi ha varto queste leggi è un folle e vorrei tanto che i cani sbranassero un suo figlio o suo padre anziano che va a spasso a godersi gli ultimi anni della sua vita.

    Quello che sta succedento in Italia è VERGOGNOSO!!
    Non è possibile andare a fare Footing per strada o più semplicenmente in un parco che siamo in CONTINUAZIONE aggrediti e rincorsi da cano lasciati sciolti dai suoi padroni!

    Qui ci voglionoi regole precise!
    Il randacismo va eliminito con la soppressione e basta, non si possonoi spendere due mila euro a cane ogni anni per camparli un decennio nei canili a spese dei cittadini!
    Qui ce gente che va alla Caritas poichè non arriva a fine mese e i comuni spendono cifre da 10/15 mila euro al mese per mantenere i canili! ma siamo fuori di testa!

    Tribunali intasati di cause di vicinato per cani che abbaiaono e non lasciano dormire le persone, ma siamo fuori di testa!

    I cani sono sempre esisistiti da quando è storia, ma fino a 20 anni fa il cane era un animale riservato a chi aveva spazio e tempo da dedicare, ooggi invece si incentiva un condomino a farsi un cane, oppure l’operaio che va al lavoro alle 6 del mattino e torna alla 8 di sera si fa il cane lupo e magari DUE e li lasci anel giardino ad abbaiare tutto il giorno!
    Quelli che stanno a casa si dovrebbero mettere i tappi allae orecchie!!

    No qui ci vogliono regole precis e tornare alle origini, il buon senso è quello che manca, il cane deve essere vietato achi non ha spazi e tempo per accudirlo e sanzionarlo pesantemente.

  12. rhcp ha detto:

    il mio pensiero va alla famiglia in un momento cosi tragico non ci sono parole per commemtare un episodio del genere… ke brutta fine.Voglio dire una cosa non esistono cani cattivi dipende solo da come i proprietari li trattano e li crescono avvolte le bestie sono loro!!

  13. Ragazzacampobellese! ha detto:

    NON SI PUÒ’ ACCETTARE UNA MORTE SIMILE!!!
    prima di tutto i cani assassini dovranno essere eliminati perché sono pericolosi e rappresentano un grosso pericolo per coloro che vivono e lavorano in quella contrada!!! questo vale sia per quello che purtroppo è accaduto ieri che per quello che potrà succedere un domani! non si possono tenere delle bestie simili con una misera catena che loro rompono con un solo morso!! non è giusto!! i cani dovranno essere eliminati ma anche i proprietari dovranno assumersi le proprie responsabilità perché non si può applicare la legge soltanto quando ci scappa il morto!! INTOLLERABILE!!!!

  14. francesco ha detto:

    Desidererei giustizia per il Sig Profeta.
    Sentite condoglianze

  15. marzia ha detto:

    Sono molto addolorata per quanto è successo,mi dispiace moltissimo e porgo le mie condoglianze alla famiglia Profeta..ma vorrei dire che questi sono episodi che fanno rimanere senza parole e poi la via piu’ corta è quella di dare la colpa ai cani,.Io sono una persona che ama molto i cani in generale a prescindere dalla razza o dalla loro taglia , sono del parere che chiunque abbia un cane lo debba trattare in modo civile e non come un oggetto da tenere legato o affamato e ricordarsi di lui solo quando si ha tempo, il cane è un essere vivente che ha bisogno di cure ,attenzioni ed amore da parte del padrone ,se il cane in qualche modo si sente trascurato fa le proprie reazioni proprio come faremmo noi umani se ci venisse a mancare l’amore di cui abbiamo bisogno ,purtroppo un cane specie se di grossa taglia agisce di conseguenza ,quindi prima di parlare di abbattimento dei cani randagi cerchiamo di difendere di piu’ i diritti degli animali e lottiamo contro i maltrattamenti .solo con l’amore ed il buon senso si puo’ arrivare a livelli di civilta’ che ancora dalle nostre parti molti sogniamo,se vediamo un cane affamato o ammalato invece di scansarlo portiamolo dal veterinario ,e non lamentiamoci quando questi cani in preda alla disperazione fanno delle brutte reazioni !!!!vicino casa mia ci sono molti cani randagi senza padrone e nessuno oltre me o qualche altra persona di buon cuore si prende cura di loro , io do loro da mangiare e quando mi vedono mi fanno le feste, ricambiano amore con amore è cio’ che voglio far capire in questo mio commento ,si deve dare amore e rispetto per riceverne in cambio anche dagli animali…..

  16. indignata ha detto:

    Sentite condoglianze alla famiglia Profeta.
    Fatti come questo certamente turbano profondamente ma non devono sorprenderci. Questa tragedia era stata annunciata.
    Viviamo in un paese incivile in cui sono veramente pochi coloro che sanno cosa vuol dire avere e amare un cane, tanto più un cane di grossa taglia.
    Gestire un animale di questa stazza non è facile, ci vogliono padroni caratterialmente forti e preparati (devono diventare il loro capobranco), amorevoli, che non gli forniscono come cibo animali in vita (pratica molto diffusa) e soprattutto che non li tengono legati a vita ad una catena (si impazzisce!). Un grosso cane va tenuto in spazi idonei, in terreni adeguatamente RECINTATI, con acqua e cibo sempre a disposizione, a stretto contatto con l’uomo. Vedere per il paese gente superficiale che affida grossi cani a bambini, bulletti che si divertono nel farli abbaiare, ignoranti che li lasciano in luoghi anche affollati senza museruola, merdaccie che non raccolgono i loro escrementi, mi fa andare in BESTIA.
    Scrivo queste cose da proprietaria di un cane che ha visto sbranati due suoi adorati cagnolini (uno da un randagio e l’altro da un pitbull) e che pur denunciando non ha mai visto cambiare la situazione.
    SVEGLIAMOCI!

  17. sangisipparu ha detto:

    Sentite condoglianze alla famiglia Profeta.
    Siamo vicini con la Preghiera.

  18. Inc...to ha detto:

    UNA PENA ESEMPLARE PER FAVORE!!!
    E UN COSPICUO RISARCIMENTO DANNI ALLA FAMIGLIA!!!

  19. luminita ha detto:

    Paolo, da quello che hai scritto si vede che non ami gli’animali; e come si dice: chi non ama gli’animali non ama ne anche se stesso figurati il prossimo!!! una morte simile non si può accettare!!!!!! ma, ne anche uccidere gli’animali non è una soluzione; noi non abbiamo diritto di togliere la VITA a nessuno!!! qual’è la differenza tra un’animale che uccide x sopravivere (non in questo caso) e una persona che lo fa premeditando??? (x esempio); Dio ha creato l’uomo e anche l’animale ; chi sei tu a decidere chi deve morire e chi deve vivere???
    Sentite condoglianze alla famiglia Profeta!!!!!

  20. mary ha detto:

    sentite condoglianze alla famiglia profeta , nn dovrebbe capitare mai una cosa del genere , ma gli animali n hanno colpe le bestie sono i proprietari , il comune vigili e carabinieri nn dovrebbe permettere tutte ste bestie in giro x il paese cavalli cani ma in che era viviamo ci vuole un provvedimento al piu presto . cari politici prendete altre iniziative nn solo x speculare ma date ordine a questo paese che cè ne di bisogno e nn doveva scapparci il morto .

  21. rhcp ha detto:

    Brava Marzia !!!

  22. Diana ha detto:

    Il povero sig. Profeta è morto in modo orribile e senza alcuna colpa!
    I cani non dovrebbero avere l’istinto omicida , quindi mi auguro sentitamente che questi vengano soppressi, i soldi presi dalle mie tasse, non vorrei che servissero alla loro rieducazione o al loro eventuale mantenimento.
    Per quanto riguarda i loro “padroni”, spero che gli venga data una punizione esemplare,pene severissime e pesantissime potrebbero ,forse, responsabilizzare un pò di più chi possiede animali che possono trasformarsi in armi letali,se non gestiti con grande responsabilità.
    Purtroppo vedo ,invece , che non danno più notizie , nè sullo stato dei cani,con un’eventuale spiegazione al loro ingiustificato comportamento…,nè sulle motivazioni eventualmente comunicate dal padrone, delle scuse nei confonti della povera vittima…..niente…che vergogna!

  23. Nino ha detto:

    Concordo pienamente con il messaggio di Paolo del 22 aprile. Aggiungo che chi osserva attentamente la società attuale nota con raccapriccio che si arriva a vere e proprie forme di “dipendenza” dai cani. Coppiette senza figli a spasso col cane, giovanotti anche ben messi, ma senza ragazza e con un ridicolo animaletto al guinzaglio, supermercati e farmacie che permettono l’ingresso ai cani… e chi più ne ha più ne metta.
    Perchè si è arrivati a tanto? E’ evidente, guardando la TV, chi è responsabile della straripante diffusione del vero e proprio culto del cane. Non solo la pubblicità esplicita mette in mostra prodotti per cani, ma anche i telegiornali non mancano mai, in quasi nessuna edizione, di evidenziare le supposte virtù dell’animale. Una ministra del recente governo,del quale molti esponenti erano vicini al vero padrone di Mediaset, indirettamente della RAI, di molti giornali e riviste, di catene di supermercati e, dulcis in fundo, di una grande catena pubblicitaria, continua ancor oggi, imperterrita, a farsi vedere in televisione a parlare di protezione dei cani, mentre migliaia di bambini e anziani patiscono la fame in Italia. A chi giova tanta spudorata pubblicità per le “amate” bestiole, se non al portafoglio di qualcuno, ai negozi per animali che sorgono dappertutto come i funghi, agli allevamenti di cani (come se non ce ne fossero già abbastanza)?
    Vi siete informati come i vostri comuni useranno i soldi che vi spremeranno con l’IMU? Verificate con attenzione quantio viene speso, anche in comuni in condizioni non floride, per mantenere i cani randagi o abbandonati, e vi si rizzeranno i capelli in testa.
    Avete notato che moltissimi proprietari (uomini e donne, non fa differenza) sono letteralmente plagiati dal cane, e dedicano solo ad esso la propria esistenza? Quale responsabilità sociale ci si può aspettare da simili persone, per le quali si può provare solo compassione?
    Quando in una società si allevano cani e si trascurano i bambini, a che cosa è destinata tale società?
    Apriamo gli occhi, affermiamo chiaramente la nostra opinione, non accettiamo più l’incipiente dittatura dell’animalismo camuffato da pietà per le povere bestie!
    Smascheriamo l’amore per il guadagno di chi presenta questi animali come innocenti giocattoli per i bambini o come vittime dell’industria farmaceutica. Pensate, a proposito di chi viene azzannato o sbranato, quante persone al mondo vengono uccise dalle bestie feroci, e quante dai cani. Fate una ricerca in Internet, ed avrete delle sorprese agghiaccianti. I cani sono e saranno sempre belve, magari in miniatura, che stanno con l’uomo solo per il cibo, e basta. E ogni tanto il loro istinto si risveglia.
    Animali da compagnia, che prima o poi ti si rivoltano contro… Cani da guardia che abbaiano ferocemente a qualsiasi innnocuo passante e che invece si lasciano addormentare placidamente con lo spray dal più ingenuo dei ladri… Quanta ingenuità in chi cade nella trappola dell’amore per i cani, e quanta tolleranza da parte delle autorità, in nome di uno stupido senso comune basato sui sentimenti della gente.
    Svegliamoci, gente e riprendiamoci i nostri marciapiedi impraticabili, le nostre notti d’estate con le finestre aperte, liberi dal fastidioso abbaiare, le nostre passeggiate in bicicletta senza l’incubo di cani che ci rincorrono come se fossimo delinquenti. Diamo all’uomo lo spazio che gli compete, non permettiamo mai più che la nostra dignità sia calpestata.

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata