Notizie | Commenti | E-mail / 10:25
                    








San Leone, ancora schiuma in mare: i bagnanti scappano dalla spiaggia interdetta

Scritto da il 31 luglio 2013, alle 08:31 | archiviato in Agrigento, Ambiente, Cronaca. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Ancora schiuma. Questa è la situazione del mare di San Leone in prossimità della Pubblica sicurezza. Il fenomeno oramai è continuo e desta però qualche sospetto: innanzitutto, perché è sempre nello stesso tratto dove ci sono i pennelli, poi perché si registra solitamente di primo mattino. Lo spettacolo offerto questa mattina alle decine di bagnanti, che affollavano questo tratto di arenile, dove vige l’ordinanza di divieto balneazione, è stato ancora una volta sconcertante. Vaste chiazze schiumose maleodoranti di colore bianco e marrone galleggiavano tra gli scogli e la riva. In tanti hanno preferito abbandonare la spiaggia. I bagnanti hanno allertato gli agenti della Polizia municipale, che intervenuti sul posto hanno prelevato alcuni campioni di acqua, poi è stata stilata la relazione di servizio, tornando al comando con ancora nelle orecchie le proteste della gente presente sulla spiaggia.

In merito alla schiuma in mare di seguito riportiamo la risposta di Girgenti Acque.

“Stamattina i tecnici di Girgenti Acque SpA hanno effettuato, come sono soliti fare più volte nell’arco della giornata, i controlli sull’impianto del pennello della Pubblica Sicurezza. Mentre erano sul posto per effettuare una video ispezione all’impianto di sollevamento, si sono accorti di una chiazza schiumosa in mare proprio nell’area antistante la Pubblica Sicurezza che, per i motivi di seguito esposti, non può essere imputabile alla condotta. Il livello del dell’acqua nell’impianto di sollevamento è assolutamente inferiore al troppo pieno e il pennello, com’è noto, è stato sigillato tempo addietro (quindi “fuori uso”). I tecnici dell’Azienda hanno avvertito i rappresentanti della Polizia Giudiziaria, all’uopo incaricati dalla Procura della Repubblica, e i rappresentanti delle associazioni ambientaliste. Sul posto si sono recati i vigili urbani e il rappresentante di Mareamico ai quali è stato mostrato il corretto funzionamento degli impianti e l’assenza di qualsiasi segno di innalzamento dei livelli e di conseguente sversamento”.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata