Notizie | Commenti | E-mail / 06:16
                    








Sicilia, stop ai treni per l’Italia: avvisate Isis

Scritto da il 6 febbraio 2015, alle 10:20 | archiviato in Costume e società, marenero. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

sicilia-treni-italiaQualcuno avvisi i terroristi di Isis che la Sicilia non fa più parte dell’Italia: le Ferrovie dello Stato non imbarcheranno più treni da Messina, temporaneamente ne resteranno solo due notturni fino a Roma. Di conseguenza i siciliani che dovranno risalire lo Stivale saranno costretti a imbarcarsi a piedi nei traghetti e proseguire così fino alla stazione di Reggio Calabria o Villa San Giovanni.

Sicché, credo sia vitale fare presente allo Stato islamico che volendo colpire l’Italia, sarebbe opportuno scegliere un obiettivo territoriale diverso dalla Sicilia; giacché questa regione sembra abbandonata a se stessa, iniziando ad assumere connotati sociali da terzo mondo. Forse ci converrà iniziare a farci crescere la barba e convincere le nostre donne a indossare il burqa; nell’attesa di rivendicare il “Califfato di Sicilia”.

E’ paradossale pensare come nel resto del Paese si moltiplichino i treni ad alta velocità, specie nelle zone centro-settentrionali, mentre in Sicilia vengono cancellati anche i collegamenti ferroviari basilari. Vista la disparità di trattamento, come potrà lo Stato italiano chiedere gli stessi contributi finanziari (intesi come tasse) ai siciliani? Mi chiedo se il nuovo Governo sia davvero espressione di tutti i suoi cittadini, oppure la nuova formula politica comprenda valori leghisti abilmente celati.

Fabrizio Vinci – MESSINA
https://www.facebook.com/marenero.messina





   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.




Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617
Direttore Cesare Sciabarra'
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata