Notizie | Commenti | E-mail / 06:37
                    








Canicattì, decoro urbano: il regolamento c’è ma bisogna farlo rispettare

Scritto da il 29 luglio 2016, alle 07:00 | archiviato in Canicattì, Cronaca, Editoriale, IN EVIDENZA. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

DEGRADO URBANOAvere  una città più civile e accogliente, è questa la speranza di molti canicattinesi ma purtroppo le scene di inciviltà che continuano a ripetersi in molte zone di Canicattì vanificano ogni speranza.

La foto che abbiamo scelto di pubblicare non ha bisogno di commenti, sdraiato a piedi nudi su una panchina della villa comunale impedendo di fatto ai tanti anziani presenti di sedersi e riposarsi.  Qualcuno mi dirà che di panchine ce ne sono anche altre ma ripeto non servono per prendere il sole a piedi nudi.

E allora qual’è la soluzione? Una di sicuro potrebbe essere la redazione di un “Regolamento di Polizia e Decoro Urbano”  più incisivo,  in vigore fino ad oggi nel comune di Canicattì c’è quello redatto nel 2005 quando amministrava la Commissione straordinaria.

Ma più che redigerlo bisogna anche farlo rispettare,  le forze dell’ordine – nella fattispecie la Polizia Municipale – dovrebbero far rispettare per tutelare, ad esempio, la sicurezza urbana e la pubblica incolumità  l’igiene e  il pubblico decoro.

Un capitolo a parte merita la pubblica decenza, non possiamo continuare a vedere gente che si appoggia al muro e fa i propri bisogni in bella vista oppure gente che cammina per strada con la bottiglia di birra in mano  e poi l’abbandona dove gli capita oppure in preda ai fumi dell’alcol prende a calci le auto che passano.

Sono piccole regole di civiltà che bisogna iniziare a far  rispettare senza se e senza ma se non vogliamo che la situazione ci sfugga di mano.

In conclusione, se l’attuale regolamento  di Polizia e Decoro Urbano costituisce sulla carta un documento che appare ineccepibile, importante è che venga applicato per migliorare un ambiente cittadino che non è certo da segnare a dito per il suo “decoro”, appunto.





   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



3 Risposte per “Canicattì, decoro urbano: il regolamento c’è ma bisogna farlo rispettare”

  1. Matteo ha detto:

    La situazione ci è già sfuggita di mano da un pezzo e si aggrava sempre di più con la complicità dell’ amministrazione comunale. Si con la complicità dell’amministrazione comunale che, solo per fare un esempio, continua a dare autorizzazioni all’ occupazione di spazzi a vari esercizi che si occupano della distribuzione di cibi e bevante, in luoghi dove imperversa una caotica circolazioni di mezzi che infestano l’ aria, in barba ad ogni regola d’ igiene e rispetto della salute dei cittadini. E mi fermo qui per ora.

  2. Flavio ha detto:

    Ci vogliono più Vigili Urbani, sono 4 gatti quelli che ci sono adesso….. In certe Vie del Paese un Agente di Polizia Municipale non non c’è mai stato…….. Spero che qualche Amministratore capisca che potenziare l’organico porta più sicurezza nelle strade, più controllo del pubblico decoro ecc….. 10 Vigili Urbani in più ad una medi di 3 multe al giorno per 25 giorni lavorativi fanno 750 multe al mese, per un totale di euro 21500,00 circa. Soldi che il comune perde ogni mese!

  3. Dinaro ha detto:

    Pochi in organico? Ne basterebbe uno solo che voglia far rispettare la legge. Dopo la regolarizzazione degli LSU l’organico é stato rimpinguato abbastanza. Il mercoledì mattina si vedono tutti al mercato, poi nelle strade non se ne vede uno. Il sabato sera? Zero , la domenica? Zero.Quindi basta con l’alibi dell’organico e vogliamo vedere i vigili per le strade che fanno multeriori non solo a quelli che non mettono il disco orario per spingerli a usare i parcheggi a pagamento, ma anche a chi lascia l’auto in tripla fila per prendere il,pane o le sigarette o il bimbo da scuola, sia che costui abbia la panda o la Ferrari.

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.




Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617
Direttore Cesare Sciabarra'
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata