Notizie | Commenti | E-mail / 07:26
                    




Cesare Sciabarrà: Il rilancio dell’azione amministrativa.. secondo me … e voi che ne pensate?

Scritto da il 18 febbraio 2018, alle 07:20 | archiviato in IN EVIDENZA, Politica, Politica Canicattì, Rubriche, Sassolini. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Cosa vuol dire rilanciare un’azione amministrativa. Proviamo a meglio capire cosa in effetti significa rilanciare un’azione amministrativa o  invece rilanciare il nulla.  Andiamo per gradi; quando si rilancia una azione amministrativa? Si presume dopo un periodo più o meno lungo a seguito del quale, tirando le somme si prende consapevolezza che l’azione fin li svolta non ha portato a risultati sperati. E’ quasi un momento di outing per utilizzare un inglesismo per adesso di moda. Quindi si rimette in discussione la squadra di governo, si  fa il punto della situazione, intendendo la situazione economica, strutturale, logistica, insomma lo stato dell’arte e si traccia una road map, cioè una mappa da seguire per portare il paese che si sta amministrando dal punto “A” al punto “B”.

In questi casi io consiglierei di rivedere anche ciò che si è detto in campagna elettorale, gli slogan utilizzati, le promesse fatte, i buoni propositi proposti. Perché promettere senza mantenere oggi con i social non funziona più, perché al contrario degli anni precedenti dove la gente poteva solo giudicare l’operato di una amministratore nel proprio intimo, oggi lo può fare pubblicamente.

Oggi basterebbe prendere qualche spot  elettorale e rimontarlo con le immagini di molte strade del nostro paese o con immagini di diversi quartieri per avere una inconfutabile fotografia che quello che si è detto non coincide per nulla , neanche lontanamente  con quello che si è fatto o meglio non si è fatto.

Ma ritorniamo al rilancio dell’azione di governo. Quindi fatto proprio lo stato delle cose, fatte proprie le priorità, fatte proprie i gap accertati, si passa alla fase di rielaborazione. Questa fare include e non  se ne può fare a meno, uomini/donne e idee, competenze, progettualità, programmi, visioni e soprattutto comunicazione.

Proprio così, soprattutto comunicazione. Perché in questa delicata fase bisogna, anzi si deve necessariamente comunicare con la comunità che si amministra, bisogna metterla al corrente di come realmente stanno le cose, bisogna informarla sul perché del ritardo sulla tabella di marcia o sul cambiamento di tragitto. E’ un atto dovuto, una forma insindacabile di rispetto nei confronti di chi ha dato fiducia . Ora, ogni singolo elemento che partecipa al rilancio dell’azione amministrativa, piuttosto che essere l’unto dal signore  scelto e individuato con logiche che poco hanno a che fare con il buon senso, viene individuato  con il criterio del buon manager che deve fare uscire l’azienda dalle secche o piuttosto del buon padre di famiglia che deve riportare serenità dentro il proprio nucleo familiare. Sarebbe opportuno e anche una forma di rispetto dovuto alla popolazione, che ogni singolo elemento innestato nella nuova giunta portasse un programma scritto, chiaro, preciso, circoscritto , una serie di punti chiari , obiettivi che si prende l’impegno di realizzare entro un termine individuato anch’esso scritto, entro il quale se non riesce a portare i risultati promessi a casa, sarà egli stesso a tornare a casa. Che senso ha andare ad occupare un posto di responsabilità, perché di questo si tratta, senza dovere dare conto alla gente, alla comunità che diventa in questo caso il tuo datore di lavoro, coloro che ti stanno incaricando, che senso ha non sentire il dovere di presentare uno stralcio di impegno su cose concrete?  Cose concrete, cose concrete.

L’assessore alle buche per esempio perché non mette nero su bianco quante buche intende riparare da qui a sei mesi e in che modo intende ripararle e dove intende operare? Così tra sei mesi, presenterà un bel reportage fotografico e potrà dire, “ da quando mi sono insediato… ho riparato N° 70 buche presso questi quartieri, ho  speso un tot e qui ci sono le foto”. L’assessore al bilancio, perché non prende l’impegno di fare conoscere la situazione finanziaria alla signora Pina ( casalinga di borgalino) entro 30 giorni dal suo incarico? O dobbiamo rischiare di tenerlo 16 mesi e poi magari buttarlo fuori senza che ci faccia sapere una mazza? ( forse è già successo)

L’assessore alla monnezza , perché non ci fa sapere cosa intende fare per la raccolta differenziata che ad oggi lascia molto a desiderare o con i facchini che conferiscono fuori gli orari o con i camion che raccolgo la spazzatura alle 8,20 davanti le scuole o con i contenziosi che ci sono in atto.

Bisogna dire cose concrete sulle quali la gente può giudicare se siete capaci o no. Bisogna dare i tempi di realizzazione e smetterla con con ” stiamo facendo” o ” faremo”.. non si può sentire più.

Tutto qui… questa è una vera azione di rilancio. Presentatevi alla città, dite e scrivete perché avete accettato l’incarico, se avete un programma vostro, come intendete realizzarlo e in quanto tempo. Perché state gestendo il pubblico e non il condominio di casa vostra . Avete il dovere di informare che non è una velleità o è facoltativo è un dovere.

Noi vorremmo scrivere ogni giorno di strade riparate, di luoghi restituiti alla città, di fontane ripulite senza che noi lo segnaliamo, di buche coperte prima che un ragazzino ci si spacchi la testa, di che cazzo è successo ai nostri pozzi, dell’inquinamento di Via ten. Colonnello La Carrubba, sulla riapertura del teatro, sulla messa in sicurezza degli edifici…sui comitati di quartiere, sulle inferriate fottute , sui semafori spenti, riaccesi  etc etc etc  di questo vorremmo scrivere se ce ne date l’occasione.

Noi queste cose le scrivemmo nel giugno del 2016 …. non ci credete? date un’occhiata qui

Questa è secondo me  ( ma potrebbe non esserlo secondo gli altri) una vera azione di rilancio…. Il resto… bho fate voi…  Dite la vostra se volete…..

Cesare Sciabarrà



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata