Notizie | Commenti | E-mail / 19:12
                    






Ingoia quattro telefonini e rientra in carcere

Scritto da il 28 febbraio 2019, alle 06:30 | archiviato in Agrigento, Costume e società, Cronaca, cronaca sicilia, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

La Polizia Penitenziaria del carcere di Trapani ha sventato il tentativo di un detenuto di Agrigento di 50 anni, S.G, di portare all’interno del penitenziario dei telefonini.

La notizia è stata resa nota dal dirigente nazionale del Sindacato Polizia Penitenziaria (Sippe) Arcangelo Poma il quale aggiunge: “Ieri, durante un controllo, grazie al rivelatore di componenti elettronici Manta Ray gli agenti hanno individuato i cellulari all’altezza dell’addome di un detenuto appena rientrato in carcere da un permesso premio”.

I 4 micro cellulari, i cosiddetti tiny phone, di cm 5,2 per 2, inghiottiti dal detenuto per ingannare gli agenti, sarebbero stati acquistati in un negozio gestito da cinesi. Secondo Poma il piano non ha funzionato e l’uomo è stato posto in isolamento, finché ha espulso i quattro telefonini.

“Tale ritrovamento – sottolinea invece il presidente del Sippe, Alessandro De Pasquale – è l’ennesima prova che dovrebbe suggerire al legislatore della necessità di mettere mano alla riforma dell’ordinamento penitenziario, in particolare nella parte relativa alla concessione dei benefici ai detenuti che, evidentemente, richiede un’analisi più approfondita prima di concederli”.

Non è la prima volta che gli agenti della penitenziaria in servizio a Trapani intercettano tentativi di ingresso di telefonini: pochi mesi fa, in un sol colpo, ne vennero sequestrati ben sei.

 



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata