Notizie | Commenti | E-mail / 18:58
                    






Crescono le attività della Lega del filo D’Oro, in Sicilia 74 persone assistite

Scritto da il 2 maggio 2019, alle 06:12 | archiviato in Cronaca, cronaca sicilia, Salute. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Il Bilancio 2018 conferma la tendenza positiva riscontrata negli ultimi anni, consolidando una crescita costante in tutti i settori di attività, ad iniziare dalle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali che hanno usufruito dei servizi della Lega del Filo d’Oro, che nel corso del 2018 sono state 911.

In Sicilia, il Centro sanitario residenziale di Termini Imerese ha trattato 32 ospiti erogando un totale di oltre 10mila giornate di prestazioni. Il Servizio territoriale, invece, è stato il punto di riferimento per 42 persone sordocieche e le loro famiglie. È quanto emerso dall’annuale Assemblea dei Soci della Lega del Filo d’Oro, nel corso della quale è stato approvato il Bilancio 2018, certificato dai Revisori interni e dalla KPMG e a cui è seguita una convocazione straordinaria alla presenza di un notaio, per deliberare le modifiche allo Statuto, che costituisce il fondamentale documento istituzionale dell’Associazione, rese necessarie dalla recente riforma del Terzo Settore.
“Il 2018 ha confermato che la strada intrapresa è quella giusta, continuando nel trend positivo degli ultimi anni in tutte le nostre attività – ha dichiarato Rossano Bartoli, Presidente della Lega del Filo d’Oro – Questo è stato possibile anche grazie all’avvio dell’operatività del primo lotto del Centro Nazionale, una struttura all’avanguardia, con ambienti pensati su misura per le esigenze dei nostri ospiti, realizzata raccogliendo l’esperienza maturata in oltre 50 anni di attività”.

Un risultato importante che è stato possibile anche e soprattutto grazie al motore dell’Associazione, tutte quelle persone che ogni giorno mettono esperienza e passione al servizio della Lega del Filo d’Oro. A partire dai dipendenti, tra cui gli educatori e le tante figure professionali che ogni giorno sono a contatto con gli utenti, che hanno raggiunto la cifra di 608 unità. I volontari, che rappresentano un valore fondante e una risorsa insostituibile dell’Associazione, nel corso del 2018 sono stati 677 e hanno prestato 53.699 ore di servizio, contribuendo al miglioramento della qualità di vita delle persone sordocieche. A questi si aggiungono i 23 volontari del Servizio Civile Nazionale inseriti nei Centri e nelle Sedi territoriali. Senza dimenticare poi i sostenitori, il cui prezioso sostegno contribuisce al 67% delle risorse dell’Associazione.
“Ma il percorso che abbiamo davanti è ancora lungo e Lega del Filo d’Oro non si ferma certo qui. Siamo pronti ad accogliere e affrontare le nuove sfide che ci si presenteranno, non dimenticando mai le tante battaglie in cui l’Associazione è da sempre in prima linea. Da aprile 2018 sono partiti i lavori per la realizzazione del secondo lotto del Centro Nazionale che siamo impegnati a completare entro tre anni. Pur restando questo il nostro obiettivo prioritario, non viene meno la volontà di una graduale apertura di altre sedi territoriali nelle regioni dove non siamo ancora presenti, ad iniziare da quella di Novara dove sono in corso i lavori di adeguamento dei locali. Infine, nel 2018, abbiamo intensificato i contatti a livello istituzionale per richiamare l’attenzione sulle diverse problematiche non ancora risolte, tra tutte la revisione e l’attuazione della legge 107/2010 sul riconoscimento della sordocecità”. Ha concluso il Presidente Bartoli.

La Lega del Filo d’Oro è oggi presente in otto regioni con 5 Centri Residenziali, con annessi Servizi Territoriali, (a Osimo, Lesmo, Modena, Molfetta e Termini Imerese) e 3 Sedi territoriali (Roma, Napoli e Padova). Il nuovo Centro Nazionale, a progetto finito, permetterà all’Associazione di assistere e riabilitare un numero sempre maggiore di persone, velocizzando le valutazioni del Centro Diagnostico e aumentando i posti disponibili per i bambini che devono impostare il prima possibile un trattamento educativo-riabilitativo personalizzato.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata