Notizie | Commenti | E-mail / 12:39
                    






Due furbetti del reddito di cittadinanza scoperti dalla digos

Scritto da il 24 agosto 2019, alle 06:18 | archiviato in Caltanissetta, Costume e società, Cronaca, cronaca sicilia, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

I poliziotti della digos della questura di Caltanissetta, hanno denunciato alla locale Procura due nisseni, a vario titolo, per i reati di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico.

Si tratta delle prime due persone scoperte in questo capoluogo. Entrambe dallo scorso mese di aprile beneficiano del sussidio introdotto dalla legge 28 marzo 2019, n. 26 e conosciuto come reddito di cittadinanza.
Con l’introduzione della legge gli agenti della Digos nissena, nell’ambito delle attività di polizia finalizzate al controllo di contrasto all’evasione fiscale, del lavoro sommerso e alla lotta agli sprechi di denaro pubblico,hanno avviato mirate indagini per individuare casi di truffa aggravata per opera d’indebiti percettori.

L’attività di polizia giudiziaria ha consentito di accertare che alcuni beneficiari del sussidio economico non sono in possesso dei requisiti richiesti. Nello specifico il primo denunciato, nonostante avesse ottenuto la card prevista dal programma di governo, che in questi quattro mesi gli ha fatto ottenere circa duemila euro, allo stesso tempo ha svolto in modo continuativo prestazione di lavoro in nero.
Diversa la posizione dell’altro indagato il quale, pur avendo ricevuto un sussidio inferiore, di fatto, ha omesso di comunicare di risiedere con un’altra persona che percepisce un introito consistente, al fine di non cumulare il proprio reddito con quello del convivente, ottenendo così una certificazione Isee alterata, sulla base della quale gli è stato erogato il sussidio.

Sono ancora in corso indagini al fine di intercettare altri soggetti intestatari del beneficio economico, che avrebbero commesso eventuali ipotesi di reato.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata