Notizie | Commenti | E-mail / 15:21
                    








Canicattì: e dissesto fu ……

Scritto da il 21 aprile 2022, alle 08:40 | archiviato in #Esclusiva, Canicattì, Cronaca. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

E’ dissesto fu. Siamo ufficialmente falliti. Ieri sera si è consumato l’ultimo atto di un fallimento annunciato oramai da tempo e ieri votato a larga maggioranza , sia dai consiglieri di maggioranza che d’opposizione. A dire il vero solamente i consiglieri di “ soprattutto Canicattì” ex Di Venturiani, hanno abbandonato l’aula per evitare di votare il dissesto. Ma proviamo a raccontare la seduta. Dopo l’ennesima richiesta da parte di alcuni consiglieri di opposizione che invitavano il primo cittadino a dire la sua sul “ dissesto”, questi si è lanciato nella lettura in versione mantrica ( nam ho renge kyo),  di una relazione che sembrava assomigliare a un programma elettorale.

Una sfilza di libro dei sogni , dove il Sindaco prospettava strutture sportive, fiere e feste con premi e cotillons  e accesso al credito non si sa bene attraverso cosa. Quaranta minuti interminabili con citazioni di numeri e protocolli che più che una risposta alla richiesta dei consiglieri di opposizione, sembrava una punizione inflitta per averla richiesta. Di contro, i consiglieri Marchese Ragona , Sciabarrà , Cilia e Lalicata, dopo incalzanti interventi , con riferimento allo spirito di responsabilità dinnanzi all’atto più importante da votare, intervenivano, facendo notare al Sindaco di essere stato consigliato male nello scambiare la richiesta di un intervento che parlasse alla pancia del paese, con una pseudo relazione che sembrava annunciare l’ennesima campagna elettorale. Superato questo imbarazzante momento, si è passati alla votazione.

I consiglieri Marchese Ragona , Sciabarrà , Cilia e Lalicata, hanno prodotto una dichiarazione di voto da mettere agli atti, con la quale si chiede alla Corte dei Conti di dare un nome e un volto  al responsabile o responsabili di questa voragine che ha portato il comune di Canicattì al default, manifestando la reale preoccupazione che alcuni comportamenti possano essere reiterati. Tutti e quattro i consiglieri hanno consegnato copia della dichiarazione di voto . Stessa cosa il consigliere Falcone di Canicattì in movimento, che dopo avere fatto una precisa disamina dei fatti accaduti, chiedeva a gran voce unendosi al coro dei consiglieri che lo hanno preceduto, che si faccia luce sulle responsabilità e sui responsabili, annunciando la richiesta di una commissione di indagine su quanto accaduto. E adesso lacrime e sangue, altro che sagra del porcellino zoppo e stadi comunali come se fosse Maracanà.

In attesa della Troica che ci invierà la  Prefettura, prepariamoci a fare delle scelte tra una risma di carta e un rotolo di carta igienica. E’ finita la bella vita e sia le somme che le urgenze saranno acqua passata, torbida ma passata. Una volta il pay off recitava “ benvenuti nel paese dell’Uva Italia” ora verrà sostituito dal “ benvenuti  nel paese di Bengodi” saranno  in molti  infatti alla ricerca dell’elitropia, la famosa pietra che rende invisibili…… magari alla Corte die Conti



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario





CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617
Direttore Cesare Sciabarra'
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata