Notizie | Commenti | E-mail / 08:15
                    








Patologie ossee e colonna lombare, specialisti riabilitatori a confronto ad Agrigento

Scritto da il 8 maggio 2022, alle 06:52 | archiviato in Agrigento, Cronaca, Salute. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Dopo lo stop legato all’emergenza Covid-19 tornano in presenza gli incontri tra medici specialistici. Ad Agrigento, la due giorni, organizzata dal dottor Fausto Crapanzano e dal Team del Reparto di Riabilitazione dell’ospedale San Giovanni di Dio, dedicata alla gestione pratica delle patologie ossee e della colonna lombare.

“E’ il secondo appuntamento di RiabiltAg che mette a confronto specialisti riabilitatori, parleremo non solo di lombalgia ma anche del ruolo della vitamina D e la gestione delle fratture e del dolore da osteoporosi”, dice Fausto Crapanzano direttore U.O.C Recupero e Riabilitazione Funzionale dell’Ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento. “Cercheremo di chiarire i dubbi e i momenti decisionali che portano alle scelte su quali terapie farmacologiche adottare, ma anche con quali mezzi fisici, o quali trattamenti interventistici radiologici e chirurgici.”

Ad aprire il convegno i saluti di Santo Pitruzzella presidente dell’Ordine dei medici chirurghi ed odontoiatri della provincia di Agrigento e Alfredo Zambuto già direttore del reparto di medicina fisica e riabilitativa di Agrigento e presidente onorario del convegno.

“La lombalgia è un problema che colpisce tutte le fasce d’età, dai 20 anni in sù, fino alla tarda età, dichiara il dottore Zambuto, chiaramente l’approccio è differente, non solo clinico, ma dipende dalla sintomatologia clinica ma sopratutto dall’approccio medico, chirurgico e riabilitativo”.

Al convegno molti specialisti riabilitatori sono giunti da ogni parte d’Italia.

Il professore dell’Università di Torino, Gianfranco Isaia, ai nostri microfoni si è soffermato a parlare dell’importanza della vitamina D. “La carenza della vitamina D comporta una serie di problemi, come l’osteoporosi, ma probabilmente ci sono sempre più dati che portano all’incidenza di altre malattie in particolare le malattie cardiovascolari, il diabete, le malattie infettive, e autoimmuni. Ci siamo occupati del ruolo della vitamina D anche nei pazienti colpiti da Covid-19, e abbiamo verificato come una carenza di vitamina D ha conseguenze molto più gravi per il paziente”.



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario





CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617
Direttore Cesare Sciabarra'
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata