Avrebbe subito continui maltrattamenti tra le mura domestiche ma, credendo in un ravvedimento, non ha mai sporto denuncia. Una cinquantenne di Castrofilippo, stanca delle vessazioni, si è recata dai carabinieri e ha denunciato il marito, un cinquantasettenne di Canicattì.

La donna ha raccontato ai militari dell’Arma le presunte violenze psichiche e fisiche a cui il marito l’avrebbe sottoposta soprattutto quando abusava di alcolici.

I carabinieri, coordinati dalla Procura di Agrigento, hanno provveduto a sequestrare all’uomo il porto d’armi e le munizioni che deteneva legalmente. Secondo il racconto della donna i maltrattamenti sarebbero andati avanti da gennaio fino allo scorso giugno.