Notizie | Commenti | E-mail / 11:46
                    








Figlio bocciato all’esame per la patente, padre aggredisce esaminatore

Scritto da il 24 novembre 2022, alle 07:15 | archiviato in Costume e società, Cronaca, cronaca sicilia, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Il figlio viene bocciato agli esami per la patente di guida ma il padre aggredisce due tecnici della Motorizzazione civile. Accade a Catania e arriva anche la condanna della sigla sindacale Ugl sull’accaduto.

Due tecnici della Motorizzazione civile sono stati aggrediti questa mattina a Catania nella sede distaccata che si trova nella Zona industriale durante lo svolgimento degli esami pratici di guida dei motoveicoli dal genitore di un giovane che era stato bocciato spalleggiato dal figlio. Lo rende noto l’Ugl etnea, che condanna l’accaduto e chiede “più tutela per i lavoratori”.

Il padre ha colpito al volto un esaminatore, che è subito caduto a terra. Poi padre e figlio hanno tentato di percuotere con dei caschi la vittima ed il collega che nel frattempo si era avvicinato. Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine, che hanno immediatamente riportato la calma e ricostruito l’accaduto, e personale del 118.

La condanna dei sindacati di categoria
“Nel condannare fermamente quanto accaduto, riponendo piena fiducia anche nel lavoro degli inquirenti ed esprimendo vicinanza e solidarietà ai lavoratori coinvolti loro malgrado – dicono il segretario territoriale Giovanni Musumeci ed il rappresentante sindacale aziendale Alessandro Catalano – non possiamo che evidenziare per l’ennesima volta i rischi cui sono esposti ogni giorno i dipendenti della Motorizzazione civile”. “Già gli uffici principali di San Giuseppe La Rena – aggiungono – sono quotidianamente a rischio data la quantità di utenza che ricevono e la delicatezza di pratiche da evadere a carico delle poche unità lavorative che si contano in organico”.

“Inutile sottolineare la pericolosità dell’ufficio della Zona industriale, non solo soggetto a dei furti continui, ma in quanto isolato è costantemente potenzialmente rischioso per chi ci lavora, in mancanza di un adeguato sistema di sicurezza”. “A nome dei lavoratori, quindi – concludono i due sindacalisti – chiediamo più tutela perché la mancanza di rispetto per la figura dell’esaminatore e del tecnico, oltre che della persona, dovuta a questo generale imbarbarimento della società, non possono essere motivo di perdita dell’incolumità per i dipendenti della Motorizzazione”.





   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.




Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617
Direttore Cesare Sciabarra'
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata