Notizie | Commenti | E-mail / 21:26
                    








Canicattì, un nuovo stadio nei terreni confiscati alla mafia: l’idea del Comune

Scritto da il 8 dicembre 2022, alle 07:24 | archiviato in Canicattì, Cronaca. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Tiene ancora banco la questione “Carlotta Bordonaro”, lo storico stadio di Canicattì la cui inagibilità costringe quotidianamente la locale squadra di calcio, che lo scorso anno ha vinto il campionato di Eccellenza salendo in Serie D, ad emigrare ogni fine settimana.

L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Vincenzo Corbo ha incontrato la stampa per fare il punto della situazione. Ci vogliono circa due milioni di euro per ristruttura lo storico impianto, una somma non di poco conto considerando anche lo stato di salute delle casse comunali. “Non abbiamo mai abbandonato l’idea di ristrutturare lo stadio ma dobbiamo essere responsabili e capire la situazione – ha dichiarato il primo cittadino – Non dobbiamo dimenticare che il progetto era stato bocciato dalla soprintendenza con relative difficoltà e l’aspetto economico non è da sottovalutare.”

Per questo motivo, nelle ultime ore, l’amministrazione comunale sta studiando situazioni alternative come la costruzione di un nuovo impianto sportivo sfruttando i finanziamenti del Pnrr. L’area è stata già individuata. Si tratta di tre ettari di terreno, confiscato alla mafia e ceduto al Comune, lungo la strada provinciale 190 in direzione Delia.





   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.




Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617
Direttore Cesare Sciabarra'
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata