castrofilippo_chiesa_madreSi terrà lunedì 17 Agosto alle ore 21, presso l’Aula conferenze della Pro Loco Castrofilippo sita in via P. Borsellino, la presentazione del testo di PAOLO FERRANTE

“LAOGAI”

Una occasione per conoscere, riflettere, reagire allo sterminio invisibile che avviene ogni giorno nei campi di concentramento cinesi.  L’evento si inserisce nell’ambito delle iniziative formative e culturali promosse dalla Pro Loco Castrofilippo, tese alla valorizzazione del territorio e del capitale intellettuale locale.

L’iniziativa culturale, presentata dal Presidente della Pro Loco Castrofilippo Antonio Sferrazza e moderata dal Dott. Umberto Bartolotta,  vedrà gli interventi del Prof. Damiano Zambito e dell’autore del libro.

 

“Si tratta di un testo, unico in Italia per completezza, che mette sotto i riflettori la drammatica situazione del popolo tibetano, cinese e delle minoranze etniche (mongola, uigura, ecc.) possa finalmente mutare. Dopo l’invasione e il genocidio tibetano (1 milione 200 mila morti) continuano ancora oggi, la negazione sistematica della libertà religiosa e la repressione, la deportazione di massa (250 mila tibetani), lo sfruttamento degli operai con turni di lavoro massacranti, gruppi religiosi (anche cattolici) schiacciati ed eliminati fisicamente, nel modo più brutale e i loro organi espiantati venduti. Recentemente, 270 protestanti sono stati arrestati senza ragione. Sono tuttora in funzione più di mille Laogai (campi di concentramento) in cui sono rinchiusi 6 milioni di detenuti (oppositori al regime comunista, dissidenti, religiosi, ecc.) sottoposti ai lavori forzati, al lavaggio del cervello, alla tortura fisica.

I mass media ne parlano poco e non esiste la reale volontà politica internazionale di farli chiudere. I lager nazisti sono stati chiusi, i gulag sovietici sono andati in disuso, perché i laogai devono restare ancora aperti?”