Manca ormai pochissimo alla partenza ufficiale del carnevale canicattinese. La kermesse, dopo un periodo di gloria delle prime edizioni, sembra avere avuto un calo di consensi negli ultimi anni. I fattori sono diversi, qualità dei carri, fondi economici inadeguati  per garantire uno spettacolo di successo e comunicazione dell’evento. In questo articolo ci soffermeremo su quest’ultimo punto.

Negli anni il Comune ha puntato a far conoscere le iniziative previste per i quattro giorni di kermesse attraverso le Tv locali, ottima scelta e sempre attuale, fin qui niente da dire ma bisogna evidenziare che, visto il diffondersi dell’uso del Web, che negli ultimi 5 anni ha quasi sovrastato tutti gli altri mezzi di comunicazione, l’Ente pubblico avrebbe dovuto tenere maggiormente in considerazione questa  forma promozionale.

Nei capitoli di bilancio relativi alla comunicazione della XIV edizione del carnevale canicattinese non c’è traccia di fondi messi a disposizione per promuovere la kermesse attraverso strumenti Web che, negli anni passati, a titolo gratuito e con massima puntualità, hanno sempre dato ampio spazio alla kermesse. Lo dimostrano le migliaia di visitatori, da svariate parti del mondo, che hanno visionato i video caricati sul nostro portale Web.(vedi link)

articolo carnevale 2011

articolo carnevale 2011

E allora, visto che i numeri sono ampliamente dimostrabili,  ci si chiede come mai non tenere adeguatamente in considerazione uno spazio promozionale sul nostro portale Web? Un sito  che è ormai una realtà consolidata sul territorio e che parecchi membri dell’amministrazione comunale conoscono bene e utilizzano giornalmente per comunicare con i cittadini

Il sito Web è oramai uno strumento di comunicazione fondamentale per ogni azienda e ancora di più per le amministrazioni pubbliche, è infatti sempre più importante utilizzare le opportunità offerte dalla rete in modo ottimale per avere successo.

Internet consente di promuovere in modo efficace, immediato ed efficiente le iniziative che il Comune offre. A differenza però dei canali pubblicitari tradizionali, come la carta stampata, la televisione o la radio, Internet ha un “costo-contatto” ancora molto basso, essendo nel contempo uno strumento più elastico e dinamico.

Se solo si pensa che in pochi anni gli utenti Web sono diventati alcune centinaia di milioni (e anche in Italia il loro numero sta crescendo ad un ritmo mai visto rispetto gli altri canali), si può già immaginare come questo mezzo di comunicazione stia diventando strategico. Grazie ad un’immediata visibilità. Essere visibili significa poter far conoscere a tutto il mondo le iniziative e non limitarsi ad una realtà locale.

E’ possibile che gli amministratori pubblici ancora non abbiano capito le potenzialità derivanti da questo strumento? Noi contnueremo sempre a dar spazio agli eventi cittadini, poichè finora  abbiamo agito per puro senso civico. E’ giusto però che, visto che i soldi utilizzati sono soldi pubblici,  i cittadini vengano a conoscenza dei criteri utilizzati per promuovere i vari eventi organizzati dall’Ente e soprattutto se si usano due pesi e due misure.