Notizie | Commenti | E-mail / 15:20
                    






Campobello di Licata, il Commissario La Mattina: “sciolte le istituzioni non i servizi”

Scritto da il 31 marzo 2012, alle 07:16 | archiviato in Costume e società, Photo Gallery, Politica, Politica Campobello di Licata, Salute. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Niente allarmismi, niente strumentalizzazioni di qualsivoglia tipologia. Il commissario straordinario comunale Antonino La Mattina  interviene e puntualizza sulla sua deliberazione volta allo scioglimento di tre ex istituzioni comunali. Egli tiene a ribadire che i servizi che erano stati erogati dalle stesse per molto tempo, restano, seppure il Complesso bandistico “Ignazio Salerno”, il Centro studi per lo sviluppo economico “Francesco “Monastra” e il Centro diurno di assistenza di incontro e di svolgimento di attività pratico manuali per soggetti portatori di handicaps sono soppressi, da pochi giorni. Anzi il suo intendimento è quello di rilanciarli, ridargli più vigore.

Il commissario La Mattina interviene per eliminare ogni equivoco di sorta, per contenere qualche malumore e vari fraintesi che serpeggiano in città sullo scioglimento delle suddette istituzioni comunali. “Infatti – spiega il commissario straordinario La Mattina – intendo migliorare i servizi erogati dalle tre istituzioni sciolte, a tutela dei cittadini, riassegnando gli stessi alla struttura burocratica dell’Ente, nel presupposto del contenimento della spesa e, comunque, a garanzia della salvaguardia dell’efficienza, della trasparenza e legalità dell’azione amministrativa. Aggiungo, il relazione alla decisione di sciogliere le tre istituzioni comunali, che è stata rilevata la presenza di centri di spesa a carico del bilancio comunale per il mantenimento delle istituzioni comunali”.

Nel dettaglio, i servizi che erano in capo all’istituzione Centro diurno di assistenza , di incontro e di svolgimento di attività pratico manuali per disabili sono riassegnati alla quarta area funzionale, quelli che erano stati erogati dal Complesso bandistico alla quinta area funzionale, infine quelli che facevano capo al Centro studi per lo sviluppo economico “Monastra” alla seconda area funzionale, tutti a salvaguardia dell’efficienza ed economicità dell’azione amministrativa. Il Comune pertanto gestirà direttamente tali servizi.

Giovanni Blanda



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



2 Risposte per “Campobello di Licata, il Commissario La Mattina: “sciolte le istituzioni non i servizi””

  1. amavo lo zar ha detto:

    @redazione
    Toglietemi una curiosità: perchè mi bloccate qualsiasi commento?
    Provo con questo magari avete anche questo da “moderare”
    ma nessuno vi ha informato che esiste la libertà di pensiero?

    Buona Pasqua a tutti.
    Bloccate questo.

  2. @ amavo lo zar
    in questo articolo non ci sono altri suoi commenti, se si riferisce ad altri articoli il motivo della non pubblicazione è dovuto al fatto di utilizzare frasi di dubbio gusto indirettamente o direttamente riferite a persone non più in vita.

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata