Notizie | Commenti | E-mail / 22:55
                    






Statale 640, crisi cantieri Cmc, la Uil: “altra mazzata per gli agrigentini”. M5s avvisa il ministro

Scritto da il 14 dicembre 2018, alle 06:46 | archiviato in Agrigento, Caltanissetta, Photo Gallery, Politica. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

La UIL di Agrigento interviene dopo gli ultimi fatti che sono venuti fuori dal decreto alluvione e della crisi conclamata della Cmc e dei cantieri a oggi bloccati e indispensabili per il territorio agrigentino quali la ss.640 e la ss. 189, esprimendo preoccupazione e riverberi che se non cambieranno le cose saranno un’altra mazzata per i siciliani e gli agrigentini. “Per quanto concerne i tempi a oggi per i fondi degli agricoltori, dopo la paurosa alluvione del ponte dei morti, è ancora tutto da decifrare, visto che il decreto firmato dal Ministro delle Politiche Agricole fa riferimento ai primi nove mesi dell’ anno e che comunque nella quota riparto è esclusa la Sicilia, ma la cosa più grave è capire, a parte le deroghe per gli agricoltori e allevatori del piano assicurativo dopo i danni che si sono abbattuti nell’isola, i tempi per erogare i fondi e dare vero ristoro al settore che ha subìto danni enormi alle colture e al raccolto e che necessitano di interventi e aiuti economici veloci e mirati per evitare una crisi dell’intero sistema. Sulla Palermo-Agrigento la situazione si è fatta nerissima, visto che gli operai della Bolognetta scpa sono stati messi in ferie d’ufficio e la crisi della Cmc a oggi non vede alcuna notizia positiva e per questo non si può rimanere silenti, ancora aspettiamo una netta presa di posizione dell’Anas che ha compiti di vigilanza sul cantiere e sulle società che hanno in carico i lavori, a questo punto i governi regionale e nazionale devono intervenire, non si può lasciare questa crisi e questo blocco dei lavori in silenzio, il territorio agrigentino, nisseno e palermitano e i cittadini non possono aspettare i tempi della politica, burocrazia e organi giurisdizionali, si deve trovare un piano b per far ripartire cantiere e chiudere le opere. Il sindacato invita e sollecita le parti in campo ad intervenire energicamente e senza perdere ulteriori occasioni perché di tempo prezioso se ne è perso abbastanza a discapito dei cittadini e non può essere avallato più questo sistema delle cose”.

Sulla crisi della Cmc e sui cantieri Palermo-Agrigento e Agrigento-Caltanissetta, il Movimento 5 Stelle “e’ gia’ al lavoro da tempo”. Questa mattina – spiega il deputato Adriano Varrica, componente della competente Commissione alla Camera – ho informato il ministro per le infrastrutture Toninelli sugli ultimi sviluppi della vicenda relativa alla societa’ Cmc e ai cantieri sulla Palermo-Agrigento e sulla Caltanissetta-Agrigento. Mi ha garantito un intervento deciso nei prossimi giorni. Anche a seguito del forte impulso dato dal ministro durante la sua visita dello scorso novembre in Sicilia, Anas sta agendo con determinazione e solerzia per giungere ad una soluzione e a breve. Il lavoro fatto in questi mesi dovra’ portare ad una svolta”. “La situazione e’ complessa – aggiungono Filippo Perconti, Michele Sodano, Azzurra Cancelleri, Dedalo Pignatone, Roberta Alaimo, Caterina Licatini e Rosalba Cimino – ma il governo e noi parlamentari eletti in Sicilia siamo tutti impegnati affinche’ le opere vengano completate nel minor tempo possibile, garantendo i lavoratori e il tessuto economico locale”.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



2 Risposte per “Statale 640, crisi cantieri Cmc, la Uil: “altra mazzata per gli agrigentini”. M5s avvisa il ministro”

  1. Dinaro ha detto:

    Mi sembra come nel caso di quei genitori che mettono la supposta di Tachipirina ai figli quando si accorgono che ha 39 di febbre, dopo una settimana con la tosse, mal di gola e raffreddore al massimo. Tutti si sono accorti di quanto fosse in difficoltà la CMC, con tempi di realizzo dell’opera stile autostrada Salerno-Reggio Calabria, ma nessuno ha mail alzato un dito. Oggi invece tutti questi volenterosi…

  2. Lo Curto Giuseppe ha detto:

    Scusate.
    La Salerno Reggio Calabria della TV italiana o la Salerno Reggio Calabria vissuta realmente ?
    Dei viaggi che ho fatto, soltanto una volta sola, sono rimasto mezz’ora fermo sulla Salerno Reggio Calabria , causa neve.
    Ma c’erano diverse scritte, del tipo :
    Dio c’è !
    Dio esiste !

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata