Notizie | Commenti | E-mail / 16:44
                    






Milazzo, Vietti, Bentivegna: dalla provincia di Agrigento alle vette dello sport nazionale

Scritto da il 22 marzo 2019, alle 12:51 | archiviato in Altri sport, Sport. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Continua il momento positivo per lo sport ad Agrigento. Nelle ultime stagioni alcuni atleti nati nella provincia siciliana stanno facendo parlare di sé a suon di risultati di livello nazionale e internazionale. Oggi andremo a conoscere tre di loro: Ilaria Milazzo, cestista classe 1994 già nel giro della Nazionale Azzurra, Angelo “kingbobo32” Vietti, pokerista professionista e Accursio Bentivegna, trequartista emergente della Carrarese.

 

Il 7 maggio 1994 è nata a Canicattì una delle giovani speranze del basket femminile italiano: Ilaria Milazzo. Playmaker-guardia dal gran tiro dalla distanza e con ottimi istinti per il passaggio, la siciliana muove i primi passi sul parquet nelle giovanili della Lazùr con cui vince il titolo nazionale giovanile. Passata alla Trogylos Priolo. Ilaria esplode definitivamente.

La prima stagione, ancora giovanissima, la passa in panchina a fare esperienza. Nella seconda, quella 2010-2011, si affermerà come una delle migliori giocatrici del campionato di Serie B regionale. Le sue prestazioni saranno così buone da convincere lo staff di Priolo a inserirla in pianta stabile nella squadra di A1.

 

Promossa in quintetto nella stagione successiva, Milazzo continua a crescere e si trasforma da giovane promessa a realtà del basket italiano. Nel 2014/2015 ci si mette la sfortuna sotto forma di infortunio a rallentarne l’ascesa: alla terza giornata di campionato con la Pallacanestro Umbertide, la sua nuova squadra, la siciliana si rompe il legamento crociato del ginocchio ed è costretta a saltare l’intera annata. Ma Ilaria è una che non si arrende e nel 2015/2016 ottiene il suo riscatto, contribuendo alla salvezza del suo team con ottime statistiche.

 

Nel 2017 altro brutto infortunio al ginocchio, coinciso con il passaggio alla Pallacanestro Torino. Ripresasi dall’ennesimo guaio fisico, Milazzo viene confermata e promossa come capitana nella stagione successiva. Con la maglia delle piemontesi Ilaria sta giocando quest’anno la miglior stagione in carriera, e con i suoi 12.2 punti a partita sta cercando di trascinare le sue compagne alla salvezza.

 

Restiamo a Canicattì per conoscere Angelo Vietti, in arte “kingbobo32”, pokerista professionista. “Massgrinder” per eccellenza (quei giocatori in grado di giocare una grandissima quantità di tornei in contemporanea), il 31enne siciliano inizia la sua ascesa nel mondo del Texas Hold’em online nel 2009, anno in cui grazie alla tv e alla prime partite con gli amici si innamora della disciplina.

 

L’arrivo ufficiale del poker online in Italia gli darà la spinta necessaria a tentare la strada del professionismo. Come ogni massgrinder che si rispetti, Vietti inizia a giocare tutte le possibili varianti, dagli Spin&Go al Cash Game, ma capisce presto che la sua disciplina principale saranno gli MTT (i tornei multitable online). Proprio nei tornei online arriveranno i migliori risultati: un 2° posto al Sunday Special di PokerStars nel 2015, un 3° posto nello stesso torneo nel 2014, e due podi tra eventi SCOOP e ICOOP. Nessuna vittoria, almeno fino al 2017. In una sera di novembre di quell’anno la storia pokeristica di Vietti è cambiata drasticamente: è arrivato infatti il primo successo in carriera nell’evento 35 delle ICOOP.  Un successo che gli ha dato la consapevolezza di poter competere contro chiunque.

 

Da lì, il siciliano con il nickname ispirato all’ex attaccante dell’Inter e della Nazionale Bobo Vieri non si è più fermato: a luglio 2018 ha conquistato, in soli sette giorni, il Need For Speed e il Night On Stars, due degli appuntamenti più importanti organizzati dalla Casa della Picca Rossa.

 

Spostiamoci di qualche chilometro per arrivare a Sciacca e conoscere il terzo talento emergente siciliano: Accursio Bentivegna. Esterno d’attacco classe 1996, Bentivegna inizia a giocare a calcio nella Kronion, squadra della cittadina saccense. È qui che lo notano gli osservatori del Palermo che decidono di portarlo subito in rosanero.

 

Completata la trafila delle giovanili e messosi in luce nella Primavera di Giovanni Bosi, Accursio esordisce in Serie A appena diciottenne, subentrando a Franco Vazquez nella gara pareggiata con la Sampdoria del 31 agosto 2014. È solo la prima soddisfazione della carriera. La seconda arriverà qualche mese dopo con il titolo di capocannoniere nel prestigioso Torneo di Viareggio. Le sue prestazioni convinceranno l’allora mister rosanero Iachini a promuoverlo in prima squadra per il resto della stagione.

É tempo di farsi le ossa per Bentivegna. Nel 2015 l’attaccante viene ceduto in prestito al Como in Serie B. In cadetteria scenderà in campo per 15 volte e realizzerà la sua prima rete tra i professionisti nel match perso contro il Cesena. Terminato il trasferimento temporaneo, Accursio resta in rosanero per la stagione successiva prima di passare all’Ascoli a titolo temporaneo nel mercato di gennaio 2017.

 

Quella nelle Marche sarà un’esperienza non troppo positiva. Solo 11 le gare giocate e senza reti. Bentivegna passa così alla Carrarese in Serie C. Qui inizia a trovare quella continuità che gli è sempre mancata: nel primo anno da titolare gioca 30 partite e realizza 4 gol. In questo 2018/2019 il siciliano si sta confermando protagonista e, grazie ai suoi 4 assist (e un gol) sta portando la squadra toscana a giocarsi la promozione diretta in B.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata