Notizie | Commenti | E-mail / 01:50
                    








Lampedusa, Pd contro sindaco: “Martello ha la Lega in casa”

Scritto da il 31 maggio 2019, alle 06:40 | archiviato in lampedusa, Politica. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

“La Lega primo partito si scoprono gli altarini, il sindaco Martello viene smentito dai fatti. Oggi il Presidente del Consiglio Comunale Davide Masia con una nota data alla stampa annuncia il suo passaggio alla Lega di Salvini, Masia candidato alle elezioni amministrative con la lista civica dell’attuale Sindaco di Lampedusa. Dunque, possiamo ufficialmente dire che Martello la Lega ce l’ha in casa, quindi piuttosto che cercare altrove i responsabili e accusare il Pd locale di avere boicottato le elezioni, guardi bene al suo interno e soprattutto ammetta il suo fallimento amministrativo che è la vera ragione perché i lampedusani e i linosani hanno disertato le urne. Due anni d’immobilismo che hanno prodotto e stanno producendo un danno enorme all’immagine e all’economia di Lampedusa. Sono state cancellate e svanite tutte le conquiste ottenute dalla scorsa amministrazione del Sindaco Nicolini: modello Lampedusa, Lampedusa da premio Nobel, progetti culturali, crescita esponenziale delle presenze turistiche, traguardi che passeranno alla storia di Lampedusa per citarne una basta ricordare la visita di Papa Francesco. Le diverse donazioni di enti e associazioni da diverse parti d’Italia e d’Europa. Insomma, Lampedusa non era vista più come l’isola di soli sbarchi di disperati ma isola di solidarietà, di pace, che insegnava al mondo come il fenomeno migratorio si potesse gestire e controllare in una convivenza civile fra abitanti, migranti e turisti.

Oggi Lampedusa è ritornata in un passato che sembrava sepolto, ritornano le politiche clientelari, il sindaco chiede forme di assistenza allo stato nascondendo appunto la paralisi amministrativa dietro una fantomatica emergenza che non c’è.

Infine, se a Lampedusa ha votato solo il 26% degli aventi diritto, questo denota pure che la candidatura del Medico Bartolo piovuta dall’alto non sia stata condivisa dalla maggioranza dei lampedusani e linosani che hanno preferito di astenersi dal voto. Accusare il Pd locale per l’astensione degli elettori è una trovata stupida e infantile.”

 



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata