Notizie | Commenti | E-mail / 05:31
                    








il CGA salva l’appalto dell’ARO Canicattì Camastra da 30 milioni di euro

Scritto da il 15 settembre 2019, alle 07:08 | archiviato in Camastra, Canicattì, Costume e società, Cronaca, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Come si ricorderà la Ciclat Trasporti Ambiente, rappresentata e difesa dall’Avvocato Lucia Di Salvo, aveva impugnato gli atti relativi alla procedura aperta indetta dall’ A.R.O .Canicattì Camastra per l’affidamento del servizio di raccolta e trasporto rifiuti urbani per la durata di anni sette per un importo complessivo di 30.182.124,91 euro, aggiudicata in via definitiva all’ATI guidata dalla SEA Servizi Ecologici Ambientali srl, rappresentata e difesa dall’Avvocato Girolamo Rubino. Già il TAR Sicilia, Palermo, Sez. 3, aveva respinto  il ricorso della Ciclat , ma quest’ultima, sempre assistita dall’Avvocato Lucia Di Salvo, aveva proposto appello davanti al CGA per la riforma della sentenza del TAR. Anche nel giudizio di appello si costituiva la SEA, sempre rappresentata e difesa dall’Avvocato Girolamo Rubino, per chiedere il rigetto dell’appello. Il CGA disponeva una verificazione, affidata al Ministero dell’Ambiente, circa i punteggi assegnati dalla commissione giudicatrice; sul punto l’avvocato Rubino nell’interesse della SEA ha richiamato l’univoco insegnamento giurisprudenziale secondo cui le valutazioni operate dalle commissioni di gara sulle offerte tecniche delle imprese, in quanto espressioni di discrezionalità tecnica, sono sottratte al sindacato di legittimità del Giudice Amministrativo, a meno che non siano manifestamente illogiche o irrazionali. Il verificatore nominato dal CGA concludeva nel senso dell’irragionevolezza di uno solo dei punteggi assegnati dalla commissione alle contendenti, mentre con riferimento a tutti gli altri subcriteri si esprimeva nel senso che i punteggi assegnati sottendessero un giudizio ragionevole ed attendibile; ma il limitato esito di segno critico si manifestava ininfluente in concreto in quanto insuscettibile di colmare il divario tra le due concorrrenti. Pertanto alla luce delle risultanze istruttorie il CGA, condividendo le tesi difensive dell’Avvocato Rubino, ha respinto l’appello della Ciclat, condannando quest’ultima anche al pagamento delle spese giudiziali. Pertanto, per effetto delle sentenza confermativa resa dal CGA, la SEA continuera l’espletamento dell’appalto per la durata dei sette anni mentre la Ciclat pagherà le spese giudiziali. 



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata