Notizie | Commenti | E-mail / 22:03
                    








Emergenza CODIV-19, Dott.ssa Sharon Maria Lauricella: stare bene si può, con alcuni accorgimenti!

Scritto da il 25 marzo 2020, alle 13:06 | archiviato in Cronaca, cronaca sicilia, Eventi, IN EVIDENZA, Photo Gallery, Salute. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Cos’è il CODIV-19 ?

Tutti conosciamo o pensiamo di conoscere cosa sia, ma dalla corretta informazione in merito a questa pandemia,  possiamo dire andrà tutto bene!

Il codiv-19 ovvero Corona virus Diseas 2019 è una malattia respiratoria causata dal virus SARS-COV-2019, emersa in Cina nel Dicembre 2019, con modalità di trasmissione uomo-uomo, dichiarata  in Italia come emergenza di  sanità pubblica di rilevanza internazionale il 31 Gennaio 2020 per sei mesi.  Per far fronte a l’emergenza viene costituita una Task Force per coordinare le azioni per evitare la diffusione del virus e al Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, è affidato il coordinamento degli interventi necessari a fronteggiare l’emergenza sul territorio nazionale.

L’emergenza crea un clima di attivazione, di allerta, di stati d’animo contrastanti.

Questa emergenza inaspettata,  ci ha travolti nella nostra routine quotidiana, mettendo a dura prova la nostra resistenza psichica: la perdita del lavoro, l’assenza della scuola, i mancati festeggiamenti di ricorrenze ( compleanni, festività religiose, appuntamenti programmati da tempo), la mancanza della propria immagine sociale, il bisogno di condividere un aperitivo.

Le emozioni che ci caratterizzano in questo periodo sono innanzitutto la paura, l’ansia, lo stress, l’angoscia permettondoci di sentire ciò che è avvenuto. Un modo per ridurre gli stati emotivi incontrollati è l’emozione socializzata, cioè la possibilità di condividere con le persone a livello emotivo e di narrazione. L’emozione socializzata produce qualcosa di ripartivo che contrasta la rottura tra il prima e il dopo, la possibilità di narrare ciò che avviene e che è avvenuto.

Una delle emozioni che ci troviamo a gestire è la paura, emozione primaria, fondamentale per la nostra difesa e sopravvivenza: se non la provassimo non riusciremmo a metterci in salvo dai rischi. Seguire le poche ma preziose indicazioni delle autorità sanitarie richiede un minino di attivazione, quella funzionale attivazione chiamata eustress o stress positivo, opposta all’eccesso di allerta con comportamenti poco lucidi e controproducenti, il distress o stress negativo. Infatti siamo stati testimoni di comportamenti collettivi causati da stress negativo: affollare i supermercati per rifornirsi ossessivamente di scorte alimentari ha portato a concentrare parecchie persone in spazi chiusi con la possibilità di favorire la diffusione del virus oppure far mancare certi alimenti a chi non era corso subito al supermercato; scappare da Milano (corsa all’ultimo treno) altro esempio di comportamento disorganizzato, irrazionale e controproducente. La Paura può diventare Panico determinando  Ansia generalizzata, per cui un pericolo limitato e contenuto di contagio viene generalizzato percependo ogni situazione come rischiosa ed allarmante. L’ansia è generata dal guardarci allo specchio  e sentirci precari.

La gestione del nostro sentire e sentirci impotenti non è facile, ancora di più con comunicazioni e messaggi veicolati da fonti non attendibili, le cosidette fake news. Il numero di fonti di informazioni aumentano tantissimo: la moltiplicazione di siti, blog, media con un grado incerto di attendibilità aumenta IL RUMORE di fondo con messaggi contrastanti, divenendo così difficile identificare le informazioni corrette. Pertanto privilegiamo come fonti di informazioni soprattutto i canali ufficiali.

Ministero della Salute: http://www.salute.gov.it/nuovocoronavirus

Istituto Superiore di Sanità:  HYPERLINK “https://www.epicentro.iss.it/coronavirus”https://www.epicentro.iss.it/coronavirus

e tutti i numeri verdi a disposizione ( regionali e comunali, Asp e medico curante)

Abbiamo il tempo per poter stare con le nostre emozioni e condividere la fatica e la sofferenza e lasciare che il sentimento di impotenza lasci il nostro pensiero!

Per fa ciò mettiamo in atto comportamenti salutari e approfittiamo di questo tempo per curare le nostre relazioni, lontane e vicine.

Alcuni consigli:

• Riposarsi

• Mangiare nel modo più regolare possibile e bere acqua

• Parlare e passare del tempo con la famiglia e gli amici

• Parlare dei problemi con qualcuno di cui ci si fida o con un esperto

• Fare attività che aiutano a rilassarsi

• Fare esercizio fisico

• Trovare dei modi per aiutare gli altri nel momento di crisi ATIVE

• Non fare uso di droghe, fumo o alcol

• Non dormire tutto il giorno

• Non lavorare in continuazione senza mai riposarsi

• Non isolarsi dalla famiglia o dagli amici

• Non dimenticare le regole di base dell’igiene

• Non essere violento

Per i bambini

I bambini necessitano di informazioni chiare e vere, filtrate in base all’età. E’ importante non esporre i bambini alle notizie quotidiane a cui siamo esposti e dedicare del tempo insieme alla visione di notiziari.

I bambini possono continuare a fare le cose da bambini: giocare, parlare di cose divertenti fare i compiti e imparare cose nuove, anche insieme a mamma e papà, così da sentirsi al sicuro.

 

Dott.ssa Sharon Maria Lauricella

 



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata