La Polizia di Stato incontra gli studenti di Lampedusa per discutere di Bullismo, cyber bullismo e del corretto utilizzo dei social network Proseguono gli incontri organizzati dalla Questura di Agrigento per parlare di legalità: nei giorni scorsi presso l’istituto onnicomprensivo “L. Pirandello” di Lampedusa si è tenuto un incontro con gli studenti delle quarte e quinte classi. Gli incontri tenuti dal Vice Dirigente della Squadra Mobile di Agrigento, Commissario Capo Andrea Palermo, sono stati organizzati nell’ambito delle attività di educazione civica ed hanno coinvolto circa 100 alunni.

L’evento ha riscosso ampio interesse tra i ragazzi, con i quali sono state affrontate le tematiche legate al bullismo, cyber-bullismo ed i pericoli legati all’utilizzo del web. Durante l’incontro, si è avviata una riflessione con gli studenti circa il corretto utilizzo dei social network e la necessità di comprendere che un “gioco” o uno “scherzo” spesso sono causa di sofferenza per i destinatari, mostrando e commentando sul punto diversi casi di bullismo e cyberbullismo. L’incontro si è concluso con un confronto sul pericolo legato alla diffusione di immagini personali sul web e l’invito a rivolgersi in tali casi alle istituzioni.