Notizie | Commenti | E-mail / 07:07
                    






Campobello di Licata, le reazioni politiche alla sfiducia del Sindaco (Video integrale della seduta)

Scritto da il 31 dicembre 2011, alle 07:18 | archiviato in Costume e società, IN EVIDENZA, Photo Gallery, Politica, Politica Campobello di Licata. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Dopo il voto di sfiducia del consiglio comunale di Campobello di Licata che ha congedato l’ex primo cittadino Michele Termini, non si fanno aspettare gli interventi del mondo politico, una nota del  Dipartimento Enti locali dell’UDC, il partito di appartenenza dell’ex sindaco, così commenta il voto: “La chiusura anticipata del mandato amministrativo a Campobello di Licata con la sfiducia a Michele Termini dimostra una gravissima crisi culturale di ampi settori del Consiglio Comunale Campobellese.
Michele Termini ha amministrato con competenza e con vibrante vena moralizzatoria, al cospetto di un Consiglio Comunale sfascista, all’interno del quale hanno avuto buon gioco seguaci dei soliti “capetti”.
Vigliacco il gesto per la tempistica usata.
Campobello di Licata perde al momento una occasione di buona amministrazione e si consegna nuovamente ad un commissariamento regionale.
Siamo certi che gli ispiratori di questa egoistica soluzione, in barba agli interessi veri della cittadina, saranno presto vergognosamente penalizzati dai campobellesi”.

Di diverso tenore invece il comunicato del coordinamento cittadino del MpA: “È finita. Con la sfiducia a Michele Termini si chiude per Campobello una pagina di storia che verrà ricordata come la più buia della nostra città”. Così commenta il Commissario cittadino Mpa, Gianluca Falsone, e continua: “Alle ultime elezioni Amministrative anche noi avevamo puntato su un giovane ed ambizioso Sindaco sperando di poter far leva sul dinamismo, innovazione e voglia di fare, doti e virtù che dovrebbero contraddistinguere ogni giovane, specie se con la passione della politica; ecco perché avevamo puntato su Termini. Ci siamo , invece, subito scontrati con un personaggio giovane anagraficamente ma vecchio nel suo intelletto e nel gestire la cosa pubblica del tutto incapace a rispondere alle reali esigenze di una comunità, aggrappato a vecchie logiche di potere e di attaccamento alla poltrona tradendo di fatto ogni aspettativa di rinascita. Non ci aspettavamo voli pindarici di chissà quale sorta, capiamo bene che l’amministrazione di un piccolo comune come il nostro non può di certo creare politiche di riforme per la creazione di migliaia di posti di lavoro o riforme strutturali di welfare ma una politica improntata sulle esigenze locali mirate a garantire ogni servizio essenziale volti a garantire una migliore qualità di vita. Nascondersi dietro la solita solfa del “non ci sono soldi” non è e non può essere un attenuante di garanzia, è chiaro, che un buon amministratore oggi non può solo sperare di fare cassa aspettando trasferimenti statali o regionali ma attraverso una politica anche impopolare capace di interrompere vecchi schemi consolidati. Certamente l’esperienza Termini è stata una lezione per tutti, in particolar modo per chi oggi si candida alla governance della città, la politica è cambiata, fare il Sindaco non può essere l’aver coronato il proprio sogno nel cassetto ma semplicemente spendersi per cercare di garantire alle generazioni che verranno e ai nostri figli un futuro migliore. Siamo pronti a ripartire con quanti vorranno sottoscrivere un serio programma Politico-Amministrativo partendo dalla base delle forze politiche che hanno avuto il coraggio di interrompere l’esperienza Termini costituendo un cartello tra forze moderate, riformiste e con vocazione territoriale che in parte rispecchia il quadro politico regionale costituito da MpA – FLI e PD”.

Mentre Giuseppe Sferrazza del PD fa una cronostoria dell’attività improduttiva dell’amministrazione di Campobello di Licata:”Forse non tutti ricorderanno i risultati amministrativi, 219 candidati di cui 108 schierati con Termini, 4124 voti di coalizione e 3407 voti per il Sindaco, un risultato straordinario determinato dalle liste in suo appoggio non confermato dalle sue preferenze (-700 voti rispetto ai voti di coalizione), un risultato confermato al ballottaggio con 3990 voti.

Fin da subito tuttavia l’Amministrazione si è rivelata non all’altezza del compito con i primi problemi legati all’attribuzione della delega di Vice Sindaco ed all’elezione del Presidente, cariche promesse a più persone.

Subito nella seduta del 3 agosto l’Amministrazione andò sotto, ricordate tutti il discorso del Sindaco sulla schiena dritta. Da quel momento inizia il valzer dei gruppi consiliari ed il cambio degli assessori.
Si inizia nel mese di novembre del 2009 con l’Assessore Pitruzzella ed il ritiro della delega al Vice Sindaco Farruggio per attribuirla all’Assessore Terrana.
Continua nel mese di marzo del 2010 con l’abbandono di Farruggio e la nomina di Asaro ed ancora nel mese di febbraio di quest’anno con la fuoriuscita di Terrana, Burgio ed Asaro e la nomina di Lo Curto, Aronica ed Incardona e con la delega a quest’ultimo della carica di Vice Sindaco, per culminare nel mese di settembre con la nomina di Pirrera (eletto tra le file dell’opposizione) e Turco, in sostituzione di Mulè e Lo Curto.
Nel frattempo tanti cambiamenti dei gruppi consiliari. Inizialmente 7 gruppi consiliari.

Dal punto di vista progettuale il programma elettorale di Termini è rimasto lettera morta come abbiamo avuto modo di dimostrare nella seduta dello scorso mese di giugno quando il Sindaco ha presentato finalmente la relazione sui primi 18 mesi di attività.
In questi due anni e mezzo è stato fatto poco o nulla, l’unica risposta che è arrivata è la chiusura della Piscina, del Centro Diurno, l’anarchia negli impianti sportivi, la mancata riorganizzazione dell’apparato amministrativo e tanto altro ancora.
Vi ricordate i proclami in campagna elettorale, la RSA, la strada per rinascere, nulla di tutto ciò, solo divisioni ed incertezze amministrative.
Si è chiusa una fase, il discorso del Sindaco non è stato all’altezza, noi volutamente abbiamo tenuto un profilo basso, avremo modo di esternare le nostre considerazioni nelle prossime settimane.
Comincia la campagna elettorale con una nuova leggere elettorale, voteremo infatti con il turno unico proporzionale e dunque addio al ballottaggio.
Altra novità il voto confermativo al Sindaco ovvero non basta più votare il Consigliere comunale, è necessario rivotare nella stessa scheda anche il Sindaco e poi è necessario assicurare almeno il 30% di presenza di donne nelle liste.
Molti mi dicono che questa è una mia rivincita, non la penso così anche perché la vita di un Comune deve essere svincolata dai destini personali di ciascuno di noi.
Io personalmente avevo scelto di fare una campagna elettorale senza nessuna promessa e senza compromessi, la Città ha deciso diversamente e ne ho preso atto. Sono stato eletto Consigliere ed invece di abbandonare tutto ho svolto il mio compito con il massimo dell’impegno, dedicando tempo, tanto tempo.
Spero di essere stato all’altezza del compito affidatomi.
Ridiamo la parola agli elettori ed anche a quelle persone che sono rimaste fuori dallo scenario politico, che avranno la possibilità di rifarsi, non so se al nostro posto avrebbero votato la sfiducia, noi lo abbiamo fatto in maniera convinta anche perché al Paese serve una nuova guida amministrativa ed una nuova compagine amministrativa.”

Il gruppo apolitico Pro-Campobello ha realizzato il video dell’intera seduta consiliare che vi proponiamo, un grazie ai ragazzi e alle ragazze del gruppo che con serietà e professionalità e impegno hanno dimostrato che Campobello di Licata è ancora viva:

PRO-CAMPOBELLO: SFIDUCIA TERMINI – Parte 1: Accascio legge la mozione di sfiducia

Immagine anteprima YouTube

PRO-CAMPOBELLO: SFIDUCIA TERMINI – Parte 2: Interventi di Sferrazza, Grova e del Sindaco

Immagine anteprima YouTube

PRO-CAMPOBELLO: SFIDUCIA TERMINI – Parte 3: Interventi di Nigro e Lombardi

Immagine anteprima YouTube

PRO-CAMPOBELLO: SFIDUCIA TERMINI – Parte 4: Intervento di Gaetano Ragusa

Immagine anteprima YouTube

PRO-CAMPOBELLO: SFIDUCIA TERMINI – Parte 5: Interventi di Intorre e Vinci

Immagine anteprima YouTube

PRO-CAMPOBELLO: SFIDUCIA TERMINI – Parte 6: Votazione e approvazione della sfiducia del Sindaco

Immagine anteprima YouTube



Nota del Gruppo Pro-Campobello

Dopo due anni e mezzo di amministrazione, il Sindaco Michele Termini di Campobello viene sfiduciato da 13 Consiglieri Comunali su 20. Il consiglio comunale è stato celebrato in una piccolissima sala del Centro Polivalente, impedendo di fatto a centinaia di cittadini, rimasti fuori dalla sala stracolma, di assistere alla discussione della sfiducia. Il gruppo Pro- Campobello, dopo aver chiesto formalmente l’autorizzazione al Presidente del Consiglio Giuseppe Vinci di effettuare le riprese, rende pubblica la seduta consiliare, sia per dare a tutti la possibilità di ascoltare ciò che si è detto, sia per una questione di “testimonianza storica” di un evento così rilevante per la politica campobellese.

Gli interventi dei consiglieri di opposizione hanno tenuto un bassissimo profilo, evitando di attaccare direttamente il Sindaco e l’amministrazione, ma limitandosi a leggere la mozione depositata e dichiarando l’intenzione di voto. Il consigliere Grova, visibilmente scosso e commosso, ha sancito il fallimento di questa amministrazione e dei consiglieri che la appoggiavano e, a nome anche del consigliere Sciortino con il quale forma il gruppo del FLI, ha confermato l’intenzione di approvare la mozione di fiducia che avevano firmato. I consiglieri di opposizione Vella e Ragusa del movimento Campobello Libera si sono astenuti: non erano favorevoli alla mozione poichè non sono stati coinvolti alla presentazione della stessa e non erano contrari poiché non facevano parte dell’Amministrazione, quindi hanno deciso di non incidere in alcun modo sull’esito e tirarsi fuori dai giochi.

La votazione si è conclusa con 5 voti contrari (Terranova, Cani, Nigro, Vinci M.S., Lombardi), 2 astenuti (Ragusa e Vella) e 13 favorevoli, i firmatari della mozione (Accascio, Falsone, Gammacurta, Grova, Intorre, Montaperto, Picone, Puntarello, Rizzo, Sciortino, Sferrazza, Turco, Vinci Giuseppe). E’ stata quindi approvata la sfiducia del Sindaco e di fatto adesso Campobello di Licata non ha più un’amministrazione eletta e si attende la nomina del commissario ad acta che ne farà le veci fino alle prossime elezioni. Si riparte da zero: i problemi sono enormi e a farne le spese sono sempre i cittadini.

Adesso, oltre a sperare, possiamo (continuare o cominciare ad) impegnarci per rendere migliore la nostra città. Ci auguriamo che la classe politica campobellese dimostri di essere migliore di ciò che si è evinto in questi anni. Ci auguriamo che i prossimi amministratori facciano tesoro degli errori commessi e si prendano cura degli interessi della collettività e non del singolo cittadino che gli ha concesso il voto. Ci auguriamo di poter godere al meglio della nostra bella cittadina, imbruttita negli anni dalla mala gestione. Ci auguriamo di vedere più persone che partecipano attivamente al miglioramento della nostra comunità; meno persone che superficialmente sputano sentenze e giudicano gli altri; meno persone che ci dicono “bravi continuate così” e poi ci lasciano soli e più persone disponibili ad aiutarci.

Auguriamo, infine, ai nostri concittadini un anno sereno, dignitoso e ricco di soddisfazioni.

Il gruppo Pro-Campobello

Video intervista realizzata da Tele Radio Canicattì:

Immagine anteprima YouTube

Come redazione non entriamo  nel merito delle dichiarazioni, ma ci preme ricordare, per coloro che hanno festeggiato, che una mozione di sfiducia è  un atto estremo, di fatto la sconfitta della democrazia, adesso c’è da ricostruire dalle “macerie” e la strada è in salita.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



38 Risposte per “Campobello di Licata, le reazioni politiche alla sfiducia del Sindaco (Video integrale della seduta)”

  1. giuseppe ha detto:

    Condivido pienamente la posizione della pro campobello e non sicuramente le dichiarazioni delle forze politiche e in particolare quella relativa al commissario dell mpa in quando responsabili al 90% dello sfascio della nostra comunita’.
    PRIMA DI PARLARE VI INVITO AD UN SEVERO ESAME DI COSCIENZA

  2. fiori d'arancio ha detto:

    un plauso ai 13 galantuomini che hanno avuto l’intrapendenza e il coraggio di salvare campobello da un inesorabile declino.gratitudine per gli irriducibili (amichetti) che gli hanno scavato la fossa.Indifferenza per chi ha deciso di non decidere,dopo averlo condotto sull’orlo del precipizio.felicitazioni per lo sposino finalmente libero da gravosi impegni.

  3. il volontario ha detto:

    scusate………..ma un sindaco che non fa niente per la citta …..come asserisce di non avere avuto nessuna denuncia? VOI COME LA DEFINITE QUESTA PERSONA?

  4. carlo ha detto:

    Il “buon gusto” del commento di fiori d’arancio@ la dice tutta sul livello di queste persone.
    PURTROPPO NON SAPETE COSA SIGNIFICA IL RISPETTO DELLA PERSONA ED IL RISPETTO DI UN OPINIONE DIVERSA DALLA VOSTRA.
    CHI LA PENSA IN MODO DIVERSO DA VOI, SECONDO IL VOSTRO MODO DI VEDERE LA POLITICA, E’ UNA PERSONA DA EVITARE.
    CONTINUATE PURE I CAMPOBELLESI SAPRANNO CAPIRE E RISPONDERE !

  5. PENSIERO LIBERO ha detto:

    Se il gruppo consiliare “Campobello Libera” era all’opposizione e si è astenuta dalla sfiducia al Sindaco Termini, vorrei capire PERCHE’ ha accettato di ricevere 2 sottogoverni dal Sindaco ? Ci vuole una bella FACCIA TOSTA ha dichiararlo in pubblica assise. Invito il presidente del centro diurno e tutto il consiglio di amminisstrazione di DIMETTERSI nel rispetto di tutti i campobellesi, perchè la vera causa della disfatta, siete stati tutti VOI.

  6. Sdoganato ha detto:

    Sembra il romanzo Vengo Anch’Io, No Tu No

  7. Emigrato ha detto:

    bravi bravi…ha detto bene Michele, è stato destituito perchè ha detto molti no….voglio vedere adesso, il prossimo robin hood che salirà al comune cosa saprà fare???’ beh se i nomi sono di questi che si vociferano…beh che dire dalla padella alla brace….

  8. votante ha detto:

    Sono un simpatizzante MPA e vorrei
    Giovanni Picone SINDACO
    Vinci PRESIDENTE DEL CONSIGLIO
    iNTORRE VICESINDACO
    GROVA ASSESSORE
    SPERRAZZA ASSESSORE
    ACCASCIO ASSESSORE
    con la coalizione MPA PD FLI saranno loro a cercare di cambiare qualcosa.
    campobello ha bisogno si serietà e non di parole.
    BUON ANNO A TUTTI.

  9. votante ha detto:

    ….DIMENTICAVO
    GLI ASTENUTI E CONTRARI (qualcuno, perchè gli altri non saranno rieletti) ALL’OPPOSIZIONE.

  10. W.Churchill ha detto:

    condivido il pensiero di Emigrato… sicuramente è caduto per aver detto molti no.
    incontentabili!
    Buon anno a tutti

  11. Un Amico ha detto:

    Caro Michele, hai una sola colpa…..quella di non aver mandato tutti a casa al primo consiglio comunale (come ha fatto il sindaco Scibetta tanti anni fa) quando MPA e compagnia ti si sono voltati contro, se facevi un gesto del genere alle elezioni ti potevi ricandidare e diventavi sindaco al primo turno!!
    Tanti Auguri per il tuo matrimonio e Buon 2012

  12. Salomone ha detto:

    Ritengo che sia caduto per avere detto troppi si.

  13. destituito ha detto:

    é stato sfiduciato per il suo modo di fare in antitesi ad un serio amministratore. I campobellesi ed i consiglieri hanno provato a farlo amministrare, ma per lui il giocattolo era troppo grande! Risultato l’ ha rotto da subito! comunque sia buon anno a tutti

  14. luna di fiele ha detto:

    é caduto perchè furbetto,vittima dei suoi stessi giochetti.Non abbiate pena.vuole passare per povera vittima,ma ricordate che la vera vittima è stata campobello.Il poverino ha detto troppi no,ma ha pure detto molti si.E’ caduto forse perchè ha detto sì alla nomina del direttore e del presidente del centro diurno?chiedete al cane.vi vogliono commuovere perchè sfiduciato durante il giro di nozze,ma qualcuno mi sa dire se si è sposato? e quando? grazie per le informazioni.

  15. azuz ha detto:

    a beddru regalu ci ficiru….po ghiri a faru lu commessu!

  16. inesperiente ha detto:

    Concordo on destiuito! Anche l’ inesperienza ha giocato un suo importane ruolo e non solo, essere sato studente universitario e poi trovarsi sindaco a scapito dei sui concittadini. Votiamo persone che abbiano già avuto esperienze quantomeno lavorative apicali, altrimenti saremo nella stessa siuazione. Persone in cerca di occupazione. Che tuo ciò sia servito alla cittadinanza per saper attentamente valutare. Buon anno a tutti

  17. peppe ha detto:

    vergognatevi

  18. pirandello ha detto:

    condivido quanto riportato dal sig falsone, mi permetto pero` di consigliarle di inviarne una copia ai suoi amici di partito. Buon anno a tutti

  19. DIFFIDENTE ha detto:

    @ PIRANDELLO: Ricordati che chi tradisce una volta tradirà sempre. L’MpA dopo 18 mesi di governo con un vicesindaco, non è stato in grado di muovere una foglia, quindi responsabile del fallimento del loro mandato conferito dai cittadini campobellesi.
    Ricordo a me stesso e al Commissario Falsone, che la sfiducia è stata garantita no dal FLI partito politico, ma da due consiglieri indipendenti che si nascondevano sul nome del FLI, prova ne sia che attaccano manifesti di auguri a nome di Campobello nel cuore. Gente badate bene di avere avvicinamento da queste forze politiche, la sanno lunga in fatto di TRAGEDIE. BUON ANNO A TUTTI.

  20. Furlo ha detto:

    Cari concittadini, un solo personaggio può salvare campobello e renderla vivibile lui e’ GIOVANNI D’ANGELO di campobello libera, anche se ci Sara’ da ridere se si candiderà perché avremo la sensazione di essere protagonisti del film di Albanese…..Cetto La qualunque, infatti Giovanni sembra proprio lui……Pili pi tutti ragazzi…..auguri a tutti

  21. pani piersu ha detto:

    Brigantony sindaco , almeno si ride………

  22. azuz ha detto:

    A Michilinu lu conzumaru…..bellu capudannu ci ficiru passari! Beddra corla ci ficiru pigliari….accussì nun si fa! Forza Michilì!

  23. azuz ha detto:

    Vidistivu facci ca avi Michilinu nni ssa fotu? secunnu mia è curpa di lu presidenti di lu consigliu….

  24. Per il riscatto ha detto:

    Brigantony si sta priparannu ora vi mangia a tutti, iddru sulu e’ capaci ca vinci…… W Giovanni…..ci facistivu un piaceri a sfiduciari a lu sinnicu. W Giovanni……….

  25. libero ha detto:

    Secunnu mia si scantava ca lu sfiduciavanu in 20…e la botta chiu’ niura ci la detti so ziu asteniennusi…dopo ca avi misi ca lu cugliunia!

  26. Cavatu M. ha detto:

    PIGLIATI CHISSA!

  27. carmelo ha detto:

    secondo me lo sbaglio è stato degli elettori!!! nn si può affidare un paese in dirittura d’arrivo a dei ragazzini, un saluto…

  28. arrakmannak ha detto:

    Per favore potete mettere i sottotitoli quando parla sferrazza che non lo capisco? grazie cececececeèèè

  29. Ngrasciatu ha detto:

    foza Giuvanni fatti sutta ca iè ora di vingere; solo tu puoi canpiare la sorti del paese; siamo con te e ti appoggiamo nella tuo cantidatura a sindaco.
    Non vedo l’ora di vedere i tuoi comizzi.
    forza Giuvanninu

  30. Danilo deluso ha detto:

    Chiedo a tutti voi di sforzarvi ad avere una mente pura nei suoi pensieri, sempre giusta nelle idee,sempre onesta nelle intenzioni. voi nulla di tutto questo avete,serete travolti dal vostro tradimento e dalla vostra vergogna come Giuda,non so quanti di voi sopravviveranno, la gente non e’ stupida ha capito,chi c’é dietro alla distruzione di campobello!! per tutti quei no, e in primis per la (spazzatura)!! ed ecco il risultato!! la gente vi dara’ una grande lezione di onesta e serieta’ vi lascera’ tutti con un palmo di noso, ho voteranno ancora una volta Michele !! ho voteranno sicuramente Giovanni D’angelo,e voi serete travolti dalla forza popolare di un uomo che parla con la povera gente con umilta’, ed impegno sociale, chi vuole vincere alle prossime consultazioni puo fare una sola scelta, quella di dire no ai traditori e accattoni della peggiore specie, Giovanni D’angelo con il gruppo “Campobello Libera” prossimo sindaco di campobello auguri a tutti

  31. Danilo deluso ha detto:

    Povera Campobello

  32. azuz ha detto:

    Michilì, vivu si? arrispunni! nun ci va chiù ntelevisioni? où? parla!

  33. giovanni ha detto:

    vai D’angelo campobello e ai tuoi piedi Massacrali Politicamente

  34. carmensita ha detto:

    @ azuz e lassalu arripigliari nun u viri comme è arridduttu? nun sapi se ava a diri si o no

  35. CARMELO ha detto:

    Faccio parte di un comitato politico in Lombardia dove conta 5000 giovani provenienti da tutta la regione impegnati in quello che credono e alle loro idee, non faccio nomi di partito perché non è importante poiché quello che conta adesso non è di che bandiera siamo ma conta l’unione e la forza di tutti per cercare di andare avanti raggiungendo giorni migliori e portare a casa quella fetta di felicità e pace che adesso sembrano smarrite. Campobello è il mio paese e lo amo! Colgo l’occasione per salutare tutti i miei paesani.
    Negli ultimi tempi abbiamo assistito alla distruzione del fare politica inteso come servizio per la collettività, dando spazio ai peggiori insegnamenti della teoria individualistica. La nostra classe politica dirigente sembra essere sempre più autoreferenziale, chiusa nei palazzi dai muri d’ovatta, intoccata dalla crisi economica che attanaglia il nostro Paese. Una crisi non solo economica ma anche di valori, che ha ulteriormente aumentato la disuguaglianza tra ricchi e poveri. Da qui si deve ripartire, riportando la politica ad essere la scienza del governo che ha come unico obbiettivo perseguire il bene comune, rinnovando profondamente nello stile e nelle idee la politica del nostro Paese.
    Rinnovare si, ma senza rinnegare la storia scritta dall’azione di uomini come Sturzo, De Gasperi, Moro, Dossetti e La Pira, in nome di una rottamazione come se si trattasse di vecchi oggetti. Rinnovare per noi significa portare una ventata di entusiasmo e passione nello svolgere l’importante impegno che ha un uomo politico e in particolare un amministratore, dobbiamo dare un contributo per rendere il nostro paese un esempio per tutte le città italiane. Una meticolosa esecuzione dell’amministrazione ordinaria è essenziale per avere un paese vivibile, ma non vogliamo limitarci ad essere amministratori di condominio. Vogliamo che il nostro paese brilli per le sue immense qualità, non vogliamo vederlo sui giornali perché uno dei paesi più inquinati della Sicilia. Chiediamo alla prossima amministrazione, quali sono le strategie per limitare un problema così serio per la “salute” dei cittadini? Noi vogliamo portare in campo un progetto vero, che guardi al domani.
    Il Comune deve farsi promotore di un operazione che coinvolga gli enti locali, la regione, la camera di commercio,è necessario che le forze politiche si uniscano, lasciandosi temporaneamente alle spalle critiche e denunce, se pur legittime, per permettere a questa grande opera di funzionare nel migliore dei modi nel più breve tempo possibile. Basta con le polemiche, diamo in fretta ai cittadini quello di cui hanno bisogno.
    Un augurio a tutte le forze politiche prossime alle elezioni, auguri FLI, PD, MPA.

  36. favorevole ha detto:

    GIOVANNI PICONE LO VOGLIAMO SINDACO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    PEPPE SFERRAZZA VICE SINDACO…
    CHE COPPIA!!!!

  37. schifus ha detto:

    Ma è campagna elettorale aperta per D’angelo? Andiamo bene!!!

  38. nostalgico ha detto:

    ARRIDATECI MICHELINO,almeno si rideva.

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata