Notizie | Commenti | E-mail / 08:17
                    






Sicilia, elezioni regionali: Silvio Berlusconi “Il Pdl è con Nello Musumeci”

Scritto da il 31 agosto 2012, alle 06:26 | archiviato in Politica, politica sicilia. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Silvio Berlusconi ribadisce il sostegno del Pdl alla candidatura di Nello Musumeci in Sicilia, come si legge in una nota di Palazzo Grazioli, che riferisce di una “lunga e cordiale telefonata tra il presidente Silvio Berlusconi e Nello Musumeci, candidato a presidente nella Regione Siciliana”.

“Nel corso della telefonata il presidente Silvio Berlusconi ha ribadito il sostegno proprio e del Popolo della Libertà alla candidatura di Nello Musumeci ed ha ricordato come dalla Sicilia parta una campagna elettorale che giungerà fino alle prossime elezioni politiche, sottolineando inoltre che gli uomini e le forze politiche che oggi si ritrovano insieme nell’importante sfida siciliana, lo saranno anche domani. Così non sarà invece con chi oggi ha inteso dividere l’area alternativa alla sinistra. Divisione che comunque non impedirà il successo di un uomo del valore di Nello Musumeci”.

“Il Popolo della libertà chiede al presidente dell’Ars Francesco Cascio di accettare il ticket con Nello Musumeci e di rappresentare il partito nel prossimo governo regionale, ricoprendo la carica di vice presidente”, hanno affermato i coordinatori regionali del Pdl Giuseppe Castiglione, Dore Misuraca e Mimmo Nania. Durante un incontro politico a Palermo, si apprende dai coordinatori regionali, sono state esaminate le realtà delle singole province per il completamento delle liste e stabilite alcune delle linee programmatiche da sottoporre a Musumeci.

“Dato l’entusiasmo e le numerose richieste di candidature – osservano Castiglione, Misuraca e Nania – abbiamo deciso di dar vita a una seconda lista a supporto del candidato presidente. La passione dei siciliani che sta sostenendo il nostro progetto non solo conferma, ma da ancora più forza alle nostre scelte. La grande voglia di partecipazione che stiamo riscontrando – concludono i coordinatori regionali del Pdl – segna definitivamente la stagione della discontinuità e del riscatto rispetto al precedente governo”.

“Un patto di fine mandato per concordare 2-3 cose da fare sulle quali, spero da governatore, potrò essere di aiuto alla mia città”. È la proposta che il candidato a presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, rivolge al sindaco di Catania, Raffaele Stancanelli. Musumeci è leader de La Destra in Sicilia e capogruppo del movimento al Comune, dove è all’opposizione della giunta guidata dal sindaco Stancanelli, esponente del Pdl che appoggia la candidatura a governatore dell’ex sottosegretario al Lavoro del governo Berlusconi.

“Il sindaco Stancanelli – ricorda Musumeci – è stato tra i primi a lanciare la mia candidatura, sorprendendomi, e ha continuano a sostenermi. Di questo lo ringrazio. Adesso dobbiamo incontrarci per superare antiche diverge e contrapposizioni per valutare le convergenze”. Alla domanda se La Destra entrerà in giunta, Musumeci replica che “al momento non c’è l’ipotesi di nostri assessori” in giunta al Comune di Catania.

La prossima campagna elettorale per le regionali in Sicilia “sarà lunga e faticosa” afferma Musumeci che “teme il clima si possa avvelenare. Purtroppo – aggiunge in una conferenza stampa a Catania – c’è stata una stagione politica piena di veleni, veti incrociati e rancori che hanno pregiudicato i rapporti personali”.

Musumeci conferma che “non cercherà lo scontro con gli avversari politici ma parlerà di programmi e gestione, puntando sulla discontituità. E io di questo – sottolinea – sarò garante”. Secondo il leader de La Destra in Sicilia, la campagna elettorale “si giocherà non sul voto strutturale ma su quello d’opinione: la gente è stanca e ha aperto gli occhi e cresce la voglia di essere libera”.

Per questo nei prossimi giorni Musumeci “incontrerà la gente per raccogliere proposte, idee e anche, se ci saranno, critiche. Il mio primo impegno – osserva – sarà la lotta per convincerla a votare e sconfiggere il nemico numero uno: l’astensionismo. Poi spero di sconfiggere anche la rassegnazione”.

“Il quadro delle alleanze politiche per le regionali in Sicilia si compone e si scompone sotto le interferenze dei Palazzi romani, per questo la situazione non è congelata, ma in divenire – afferma Musumeci, sottolineando che – l’unica candidatura nata in Sicilia, senza benestare dati oltre lo Stretto, è la mia”.

Sul “suo caro amico” Gianfranco Miccichè, che ne ha lanciato la candidatura ma poi ha ritirato il sostegno, Musumeci auspica che possa ripensarci: “Nella separazione – osserva – non c’entra il progetto sicilianista. Per questo gli rinnovo l’appello a incontrarci”. Il leader de La Destra in Sicilia prevede che nella prossima campagna elettorale “il voto disgiunto sarà applicato in maniera vasta, come mai avvenuto in passato” in suo favore. L’elettorato del centrodestra – spiega Musumeci – non può fare altre scelte”.

E rivela di essere “stato contattato da amministratori e dirigenti locali dell’Udc che non hanno accettato di buon grado la scelta del candidato a presidente” del loro partito, l’eurodeputato del Pd Rosario Crocetta. Anche quei voti, prevede Musumeci, serviranno “ad allargare una base che già c’è e un consenso che sto registrando alto e diffuso anche nella Sicilia Occidentale”.

“No a candidati che siano stati rinviati a giudizio per mafia o reati contro la pubblica amministrazione”. Musumeci mette i “paletti” per le liste del presidente alle elezioni Regionali in Sicilia. “Saranno – annuncia – aperte a chi non ha collocazioni politiche, ma devono basarsi sulla discontinuità, elemento che passa anche dalla chiarezza. Chi si candida deve essere al di sopra di ogni sospetto”. Le liste del leader de La Destra, appoggiato anche da Pdl e Pid, saranno “presenti nelle nove province dell’isola”.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata