Notizie | Commenti | E-mail / 12:14
                    






Delia, atto di indirizzo per prevenire illeciti

Scritto da il 31 luglio 2013, alle 08:38 | archiviato in Delia, Politica. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

<<Cambiare le regole burocratiche può anche servire a prevenire o quanto meno allentare certi momenti di tensione sociale e assicurare così il buon andamento della pubblica amministrazione>>.
Lo ha detto il sindaco di Delia, Gianfilippo Bancheri a margine dell’incontro che ha presieduto al Comune, al quale hanno partecipato i carabinieri della locale stazione, la polizia municipale e i dirigente dei servizi sociali.
Durante l’incontro si è discusso di alcune situazioni di ordine pubblico emerse nell’ambito di alcune attività assistenziali, in particolare di quelle relative all’erogazione di contributi economici in favore di soggetti svantaggiati che si trovano in stato di disagio.
La soluzione prospettata è stata quella di dare degli indirizzi nuovi agli uffici per prevenire potenziali comportamenti illeciti dai quali potrebbero scaturire poi problematiche di sicurezza e ordine pubblico.
<<Ultimamente la richiesta di contributi economici avanzata presso gli sportelli comunali – ha detto il sindaco di Delia – ha subìto un’impennata, dovuta anche al momento di grave crisi economica. Il progressivo taglio dei fondi pubblici ha fatto diminuire infatti la capacità dei comuni di soddisfare la richiesta di assistenza. Ciò ha provocato diversi problemi e tensioni presso gli sportelli e fatto nascere qualche preoccupazione negli operatori del settore. Il rischio potenziale è che i contributi in denaro possano trasformare le legittime aspettative di certi utenti in pretese che l’ente non sempre potrebbe sostenere e giustificare sul piano economico e assistenziale. Ecco perchè, in un’ottica di prevenzione, abbiamo cambiato le vecchie regole procedurali di erogazione dei contributi sperando che le soluzioni adottate possano funzionare meglio nell’attuale contesto>>.
Tre sono i punti alla base dell’atto di indirizzo approvato in via sperimentale, nell’attesa che venga modificato il regolamento dei servizi socio assistenziali.
Primo: la domanda di contributo non deve essere più presentata ai servizi sociali ma presso gli uffici della Polizia municipale, che la invierà poi all’assistente sociale per l’istruttoria definitiva. Secondo: i contributi verranno concessi sotto forma di buoni o vaucher per l’acquisto di generi di prima necessità e/o farmaci regolarmente prescritti. Terzo: nei soli casi di concessione di contributi economici in denaro, l’erogazione avverrà sotto la stretta vigilanza e con la collaborazione della locale stazione dei carabinieri.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata