Notizie | Commenti | E-mail / 08:32
                    




Canicattì, Fondo Europeo Sviluppo: non perdiamo pure questo treno…..

Scritto da il 28 febbraio 2018, alle 07:04 | archiviato in Canicattì, Cronaca, Economia, Rubriche. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Riceviamo e pubblichiamo in versione integrale da ETHIKOS Per il Territorio APS   OSSERVATORIO SOCIO-ECONOMICO UFFICIO STUDI

FONDO EUROPEO PER LO SVILUPPO REGIONALE – AZIONE 9.6.6 A FAVORE DEI COMUNI SICILIANI ED IN PARTICOLARE, FRA LE ALTRE, DELLE CITTA’ DI  CANICATTI’ E LICATA

Si pone innanzi la possibilità di beneficiare i Comuni su detti di un Contributo Finanziario in Conto Capitale (a Fondo Perduto) di massimo € 600.000,00 per ciascun progetto.

Trattasi dell’Azione 9.6.6 per la manifestazione di interesse alla presentazione anche di pìù progetti, relativi a “Interventi di recupero funzionale e riuso di vecchi immobili di proprietà pubblica in collegamento con attività di animazione sociale e partecipazione collettiva, inclusi interventi per il riuso e la rifunzionalizzazione dei beni confiscati alle mafie”

Si fa presente che è un secondo Avviso, emesso il 6 febbraio 2018, dall’Assessorato Reg.le della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro. Nel primo Avviso, del 27 marzo 2017, le Amministrazioni dei Comuni di Canicattì e Licata non hanno partecipato, non hanno presentato progetti, non cogliendo questo notevole aiuto finanziario, di sicuro interesse per le Comunità Cittadine. Sono disponibili Risorse complessive per i Comuni pari ad € 18.698.319,62; già sono state impegnate le ulteriori Risorse pari ad € 17.961.680,38 per gli altri Comuni che hanno partecipato e sono stati ritenuti ammissibili i loro progetti nella fase istruttoria.

Di Beni Immobili Pubblici detti Comuni ne dispongono per destinarli a favore delle Comunità, anche in collaborazione/convenzione con Enti del Terzo Settore quali Associazioni di volontariato, Imprese Sociali ecc.. L’attività in tal senso soddisferebbe le necessità dei Cittadini, Giovani, Anziani, e darebbe possibilità occupazionali per i cittadini facenti parte di detti Enti del Terzo Settore, tutto ciò in linea secondo le direttive dell’Unione Europea.

Rileviamo in proposito che non è possibile rilevare, almeno per i Cittadini, i Beni Immobili del Comune di Canicattì, poiché in atto e da tempo non risulta attiva/leggibile, quantunque previsto per norma, la pagina nel sito web (http://www.comune.canicatti.ag.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/1780), nell’area Amministrazione trasparente.

Le tipologie degli interventi, distinte per Azione e Funzione sono indicativamente le seguenti:

Azione 1 – Funzione Sociale: spazi aggregativi e spazi polivalenti che facilitino la realizzazione di attività collettive di quartiere e la comunicazione (sale riunioni, spazi espositivi, laborati, spazi per il co-working); sportelli informativi socio-sanitari; centri di mediazione ed integrazione culturale; riqualificazione degli spazi aperti e del relativo arredo urbano, anche al fine di migliorarne la fruizione in termini di sicurezza; acquisto e predisposizione in sicurezza di strutture mobili o semimobili per eventi di animazione sociale.

Azione 2 – Funzione Sportiva: aree e spazi verdi realizzati e riqualificati per attività sportive e motorie collettive; allestimento di play ground nei quali sia possibile praticare diverse discipline sportive di squadra; spazi verdi per la pratica di sport all’aria aperta e per percorsi vita; recupero di strutture immobiliari leggere per attività organizzative e di segreteria sportiva o funzionali all’incontro di comunità; impiantistica (ovvero, piccole infrastrutture di quartiere) ecc.

Azione 3 – Funzione di animazione socio-culturale e partecipazione collettiva: strutture relative a luoghi della cultura e dello spettacolo, con forme di fruizione innovativa e priva di barriere architettoniche, con adeguamento delle infrastrutture agli standard di sicurezza; attrezzature tecniche e infrastrutture tecnologiche necessarie alla funzionalità e fruizioni degli immobili.

Sono già stati ritenuti ammissibili progetti dei Comuni di: Caltanissetta n°5; Barcellona Pozzo di Gotto n°2; Vittoria n°1; Marsala n°1; Sciacca n°1; Comiso n°2; ed altri, vedasi D.D.G. n°3154 del 22/11/2017.

L’auspicio che le Amministrazioni di Licata e Canicattì partecipino e conseguano il beneficio, che investito in maniera economicamente valida dia i risultati previsti in favore delle Comunità che ne hanno bisogno.

La scadenza per la presentazione, riguardo il secondo Avviso, è fissata a maggio 2018.

SALVATORE LICARI
SALVATORE RAMPELLO
MATTEO      CARUSO

 

 



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata