Notizie | Commenti | E-mail / 15:15
                    




In Sicilia ogni anno 3.200 cancri al seno

Scritto da il 6 ottobre 2018, alle 06:24 | archiviato in Cronaca, cronaca sicilia, Photo Gallery, Salute. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

In Sicilia si registrano 3.200 nuovi casi all’anno di cancro della mammella, il tumore più frequente delle donne. Sono i dati citati da Francesco Basile, rettore dell’università di Catania, ai lavori del corso di Senologia alla presenza di Virgilio Sacchini, oncologo di fama mondiale e allievo di Umberto Veronesi.

“Le donne siciliane che nel 2016 si sono ricoverate in Sicilia o in altre regioni per curare il tumore della mammella sono state circa 4.700 – ha aggiunto il rettore – e per questo motivo l’assessorato regionale per la Salute, nel giugno scorso, ha attivato la Commissione di senologia che si sta occupando dell’identificazione delle Breast Unit in Sicilia, che a oggi sono sette. Sono unità altamente specializzate, che costituiranno un rete adeguata in questo settore, dedicate esclusivamente alla diagnosi e alla cura del tumore al seno”.

“E’ un servizio che dobbiamo dare ai cittadini per eliminare del tutto i viaggi della speranza al Nord Italia o all’estero – ha spiegato Francesca Catalano, primario di senologia all’ospedale Cannizzaro di Catania – per abbattere i costi sia della sanità in Sicilia, sia quelli sostenuti dalle famiglie. Dobbiamo curare in Sicilia perché è una regione con una sanità che non ha nulla da invidiare al resto d’Italia”.

Sacchini ha tenuto una lectio magistralis su “Il futuro della chirurgia senologica: tra prevenzione, trattamento e riabilitazione”. “I casi di cancro alla mammella all’anno nel mondo sono quasi 50 mila – ha detto – e ci sono persone che non avranno mai il tumore alla mammella ed altre, invece, sono ad altissimo rischio e quindi dobbiamo avere uno screening e cure più efficaci e più personalizzate con una tossicità minore. Ogni tipo di tumore ha un genoma diverso e dobbiamo capire quali siano le alterazioni genomiche di ciascun tumore e avere dei farmaci molto specifici e diretti”.

 



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata