Notizie | Commenti | E-mail / 18:40
                    




Antonio Davì presidente degli infettivologi siciliani

Scritto da il 31 ottobre 2018, alle 06:04 | archiviato in Cronaca, cronaca sicilia, Salute. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Il nuovo presidente della Simit – Società italiana malattie infettive e tropicali – della Sezione siciliana è Antonio Davì, direttore Uoc Malattie infettive dell’ospedale “Maggiore” di Modica.

Davì subentra all’uscente Antonio Cascio, professore ordinario di Malattie Infettive presso l’università degli Studi di Palermo. Il neo coordinatore siciliano è stato eletto dal nuovo direttivo composto da: Gaetano Scifo, Letizia Panella, Arturo Montineri, Giovanni Mazzola, Marcello Trizzino e Rosa Fontana Del Vecchio. Luigi Guarneri, direttore dell’Uoc di Malattie Infettive ospedale Umberto I – Asp di Enna – è, invece, il nuovo segretario.

«Sono felice di rappresentare tutti i colleghi infettivologi siciliani. L’infettivologia negli anni ha registrato contraccolpi dal punto di vista organizzativo, sia sul fronte della carenza dei posti letto, che degli organici. Aspetti su cui occorre sensibilizzare le istituzioni competenti – ha sottolineato Davì -. Sono grato all’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, per la sensibilità dimostrata nei confronti degli infettivologi e delle problematiche infettivologiche nel permettere il mantenimento di tutte le unità operative attualmente presenti in Sicilia».

 



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata