Partecipata assemblea al Comune di Casteltermini promossa dalla Cisl Fp sul delicato tema della stabilizzazione del personale precario in servizio negli enti in dissesto e/o oggi sprovvisti degli strumenti finanziari.

L’obiettivo era quello di chiedere con forza all’amministrazione comunale di sfruttare l’opportunità concessa dal cosiddetto “Mille proroghe”, che ha prorogato la possibilità di stabilizzare questi lavoratori entro il 31 dicembre prossimo.

Nonostante la norma, infatti, in provincia di Agrigento i comuni beneficiari (Favara, Casteltermini e Porto Empedocle) non stanno procedendo alla trasformazione dei contratti a causa di una visione restrittiva della norma che sta circolando ormai da alcune settimane.

“Dal canto nostro – spiegano il segretario generale Salvatore Parello e il coordinatore enti locali della Cisl Fp Carlos Bonfanti – abbiamo ribadito che la normativa vigente autorizza senza alcun dubbio gli enti a procedere alla stabilizzazione anche in assenza di bilanci approvati. Ad ogni modo, ci è stato già anticipato dall’Amministrazione comunale che gli strumenti finanziari mancanti arriveranno a breve e quindi la stabilizzazione del personale dovrebbe essere in salvo. Siamo sicuramente sollevati per questo, ma non abbasseremo la guardia su questa vicenda fin quando le procedure non saranno completate”.