Notizie | Commenti | E-mail / 12:25
                    






Delia, risposta del partito dei siciliani al presidente Mancuso

Scritto da il 31 agosto 2012, alle 06:49 | archiviato in Delia, Politica. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

I membri del partito dei siciliani (ex mpa) di Delia, hanno così risposto in una lettera aperta alle dichiarazioni del presidente del consiglio provinciale di Caltanissetta Michele Mancuso, e alle ulteriori affermazioni attribuite ai Dipartimenti Territoriali di “Grande Sud” in merito alle recenti vicende politiche locali:
Lo ammettiamo: siamo rimasti sbalorditi. Non ci saremmo mai aspettati dal presidente Mancuso tutto questo interesse per la gente deliana che “non sa come arrivare a fine mese o peggio ancora non riesce a immaginare un minimo di futuro in questa nostra terra”. Sembrerebbe che il presidente Mancuso sia stato folgorato sulla via di Delia. Né, tanto meno, avremmo immaginato il suo risentimento per i “politici locali” che fanno “la guerra delle poltrone”, visto che sulla poltrona c’è ancora seduto lui e i suoi amici e non certo noi. Mancuso parla di “politici locali che lavorano a distruggere piuttosto che a costruire seri e validi progetti politici per la comunità di Delia”, ma non sa, o forse non glielo hanno ancora detto, che gli unici progetti politici che porteranno un po’ di sviluppo e di lavoro a Delia sono stati pensati, proposti e portati avanti da quelli che lui chiama “mestieranti della politica” e non certo dalla neo giunta Messana. Mancuso spende invece parole di lode per il sindaco di Delia: “un buon padre di famiglia” interessato a “portare un minimo di conforto alla collettività deliana” e per la neo giunta che “è comunque il mezzo migliore, dice, per giungere a fine legislatura come l’elettorato ha voluto”. C’è solo un “piccolo problema”: la volontà popolare, rappresentata dai partiti e dai consiglieri della coalizione vincente, non ha per nulla sostenuto questa giunta, rappezzata alla meno peggio, in zona Cesarini, dal sindaco Messana. Queste misere intromissioni nelle vicende politiche di Delia dimostrano, caso mai, che nel contesto politico, sia locale che provinciale, ci sono ancora dei soggetti, pochi fortunatamente, che fanno dell’opportunismo politico la loro arma vincente. Sono quelli che noi definiamo i predatori della politica. Personaggi più o meno politicamente insignificanti, che pur di conquistare un piccolo spazio di visibilità ed un proprio posizionamento politico direbbero pure, c’è da crederlo, che il sole gira attorno alla terra. Riguardo alle illazioni dei Distretti Territoriali di “Grand Sud” sulla “crisi politica pilotata dall’esterno da qualche candidato alle prossime elezioni regionali” viene semplicemente da ridere. Il gruppo Mpa di Delia (oggi Partito dei Siciliani) ha avuto sempre chiaro il concetto di autonomia, in cui crede fermamente, e lo ha dimostrato in questi anni, operando senza farsi mai tirare “le fila” da nessuno. Probabilmente la stessa cosa non si può dire delle persone che Mancuso si “affanna” a difendere. Ma li possiamo capire dato che questi signori della politica non conoscono assolutamente la realtà politica locale di Delia ma parlano semplicemente per “sentito dire”. E si presidente, il discorso vale anche per lei: in quattro anni non l’abbiamo mai visto a Delia. Forse era intento a difendere qualche altra causa? E’ possibile, ci chiediamo, che uno come lei, che ricopre un ruolo istituzionale e svolge una funzione così importante, non abbia voluto dare un esempio di stile? Non era poi così difficile. Bastava informarsi, parlare con le persone coinvolte, leggere gli atti e i provvedimenti e infine rifletterci un po’ sopra. Avrebbe così evitato un comportamento sorprendente e politicamente non corretto. La verità caro presidente è che sta difendendo una persona e una giunta indifendibili politicamente. E lei questo lo sa. Ne siamo convinti. Purtroppo glielo impone solamente lo sterile gioco delle appartenenze. Faccia pure. Non glielo possiamo certo impedire. Ma per favore non cerchi di raccontare queste chiacchiere a un popolo che ha sempre avuto tanta pazienza e saggezza. E non stia a preoccuparsi. Alla fine vedrà che le cose andranno come la gente di Delia, di cui andiamo fieri, vorrà che vadano. Una cosa è chiara però. Questo sindaco, per formare una giunta, ha fatto ricorso, per la prima volta nella storia di Delia, ad una persona non residente, mentre lei ha preso le sue difese: e neppure lei è di Delia.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



12 Risposte per “Delia, risposta del partito dei siciliani al presidente Mancuso”

  1. Petilio ha detto:

    tutti santi! sempre pronti a puntare il dito verso l’altro! voi del “partito dei siciliani” sapevate fin dal principio con chi vi stavate candidando ma speravate che le cose sarebbero andate bene !! ma i tragediatori li conoscevate bene… adesso dovreste smetterla con la vecchia politica e creare, credentoci, un Movimento Cinque Stelle a Delia! l’unico movimento di cittadini che si occupa del territorio e della gente in modo trasparente. non immagginate neanche il successo che potreste avere! mi rivolgo a voi perche vi stimo tanto.
    R.
    P.S. un pò di pulizia nel vostro gruppo non farebbe male…

  2. deliano ha detto:

    Petilio grazie dei consigli.
    Ne prendiamo atto.Sicuramente ci rincuora sapere che nutri interesse nei nostri confronti.
    Hai ragione nel dire che dovevano conoscerli…
    In questi anni abbiamo operato seriamente e continueremo a farlo al di là delle etichette perchè Delia lo merita.
    Ciao ciao

  3. sempre a delia ha detto:

    Mancuso chi????????????
    Viene da ridere.
    Bisogna sapere che il suo assessore di riferimento è Giuseppe Genova…25 voti!!!
    Penso proprio che alle lezioni regionali Mancuso prenderà meno di 40 voti…datronte Grande Sud fa solo collezione di figurine sbiadite!!!
    Complimenti!!!!!

  4. giuseppestrong ha detto:

    Anche io Petilio sono un estimatore del Partito dei Siciliani.
    Ovviamente anche loro dovevano sapere sin dall’inizio che certa gente che faceva parte della giunta non erano affidabili…soprattuto uno.
    Cmq penso che a volte “sbatterci la testa” nelle cose è il mioglio modo per fare esperienza.
    Un saluto a tutti

  5. enzuccio ha detto:

    Mancuso chi???????
    Daltornte il suo assessore di riferimento a Delia è l’assore al bilancio…25 voti!!!
    Presidente Mancuso la smetta di fare collezione di figurine sbiadite e fuori corso.
    Grazie mille!!!

  6. giostra ha detto:

    Abbiamo assistito alla morte della SOVRANITA’ POPOLARE!!!

    Questi assessori in carica tutti insieme non raggiungono 40 voti…sono politicamente IMPRESENTABILI!!!!!!!!!!!

  7. alex75 ha detto:

    Giunta “tecnica” di altissimo livello.
    Bella battuta Presidente Mancuso.
    Lei è davvero stoico!!!!!!!!!!

  8. giacomo76 ha detto:

    Dispiace solo vedere assessori che mai e poi mai potrebbero ricoprire quel ruolo…sentirsi “amministratori”.
    Nell’articolo c è una parola a dir poco veritiera:Predatori della politica.

  9. robertcomic ha detto:

    Lo Porto assessore………….BELLA BATTUTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

  10. GIUSY79 ha detto:

    Ormai anche il nostro “ONOREVOLE FRANCO FERRANTE” può fare l’assessore!!!!!

  11. lo sport ha detto:

    Ecco il risultato di Mancuso a Delia………34 voti
    Si nota il grande consenso del Sindaco e dell’assessore Genova
    COmplimentI!!!!

  12. Incredibile ha detto:

    Ciao a tutti
    Qualcuno potrebbe spiegare ad Aldo Bancheri che prendere 56 voti per Gianluca Miccichè è un risultato quantomeno ridicolo?
    Avere 4 o 5 fratelli tutti sposati, avere un’azienda con 30 o forse più impiegati e ottenere questo risultato è……….PENOSO!!!
    E lui cosa fa?
    Fa venire Gianluca Miccichè a Delia per fargli conoscere i suoi elettori……..ahahhahahhahaha

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata