Notizie | Commenti | E-mail / 11:27
                    




Delia, al via servizio di raccolta oli vegetali commestibili esausti

Scritto da il 20 settembre 2018, alle 06:48 | archiviato in Ambiente, Cronaca, Delia, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

E’ partito il servizio gratuito di raccolta, trasporto e recupero degli oli vegetali commestibili esausti e usati di provenienza domestica.

Oggi è stato collocato nella piazza Toronto un contenitore, dove i cittadini potranno depositare le loro bottiglie con l’olio esausto così come previsto nella convenzione stipulata tra il Comune di Delia e la ditta Ecologica Italiana s.r.l. di Carini (PA).

Sarà la ditta Ecologica Italiana s.r.l. che provvederà periodicamente al ritiro ed al trasporto dell’olio vegetale esausto che successivamente verrà sottoposto al trattamento e alla rigenerazione.

<<Si completa così un cammino che ancora una volta ci ha portato ad essere pionieri in provincia – ha detto il sindaco Gianfilippo Bancheri. Si tratta di un servizio importante che va a completare quello della raccolta differenziata porta a porta, degli altri rifiuti pericolosi e degli indumenti usati >>.

Non possiamo che essere orgogliosi di questo ulteriore passo per creare un ambiente sostenibile e più sicuro, innalzando al contempo la qualità della vita dei nostri cittadini.

Il servizio di raccolta degli oli vegetali esausti, che è completamente gratuito, durerà tre anni, rinnovabile alla scadenza.

L’olio esausto vegetale, come altri rifiuti riciclabili, rappresenta una risorsa riutilizzabile. Con un litro di olio vegetale esausto utilizzato in cucina si può produrre un litro di biocarburante (biodiesel) a basso impatto ambientale, ed anche lubrificanti, olio per motori, saponi e altro ancora.

In Italia vengono immessi al consumo ogni anno (direttamente come olio alimentare o presente in altri alimenti) un milione e quattrocento mila kg di olio vegetale per un consumo medio pro capite di circa 25 kg per anno (fonte Ministero della Sanità).

<<L’appello dell’architetto Calogero La Verde, dirigente dell’ufficio tecnico comunale che da un lato ammonisce sulla pericolosità degli oli esausti se non vengono smaltiti secondo le regole dettate dalla normativa in materia e dall’altro invece l’opportunità data di trasformarli in una preziosa e utile risorsa per produrre carburante ed energia>>.

<<Confidiamo come sempre nella vostra fattiva, puntuale ed esemplare collaborazione – ha infine detto il sindaco rivolgendosi ai cittadini. Gli oli vegetali esausti non devono essere buttati nel lavandino ma vanno raccolti in un contenitore (plastica, vetro, metallo) e poi portati nel deposito contenitore di piazza Toronto>>.

 



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata