Notizie | Commenti | E-mail / 13:04
                    






PD Lampedusa, migranti in nave ong: Neppure il più carnefice dittatore li rimanderebbe indietro nei lager libici

Scritto da il 20 marzo 2019, alle 06:46 | archiviato in lampedusa, Photo Gallery, Politica. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Dalla strada panoramica che porta a Cala Francese Lampedusa, a pochissimi miglia dalla “terraferma” si vede molto bene ad occhio nudo la nave italiana Mare Ionio, del progetto Mediterranea, con 49 migranti a bordo tra cui 12 minori, bloccata a largo da alcune vedette della guardia costiera e della Finanza.

Credo che sia una cosa gravissima che ad una nave italiana venga impedito l’attracco in un porto del proprio paese, penso che questo sia un fatto unico e mai accaduto nei paesi democratici credo anche che questa assurda e inaudita decisione del ministro Salvini si pone in contrasto con la salvaguardia dei diritti umani garantiti dalla nostra Costituzione. Sarebbe dunque auspicabile un autorevole intervento del Capo dello Stato che ridia credibilità al nostro Paese oggi deriso e mortificato da più parti del mondo.

Dal punto di vista politico è raccapricciante, vergognoso, misero e aggiungo da vigliacchi usare i disperati donne e bambini, per un proprio tornaconto elettorale quello che Salvini e la Lega stanno commettendo sulla pelle degl’ultimi di chi fugge dalle torture dei lager libici, dalle guerre e da ogni forma di negazione dei diritti umani. Imminente è la data delle elezioni europee.

Cinquanta sono le persone bloccate su quella nave e cinquanta persone non hanno mai fatto paura a nessun governo, cinquanta persone non hanno mai occupato nessun paese.

Neppure il più carnefice dittatore rimanderebbe indietro nei lager libici ed in queste ore con il Mediterraneo in tempesta, esseri umani, che sono uguali alle nostre donne, ai nostri giovani, ai nostri bambini, esseri umani che hanno una loro dignità Sig. Ministro che lei vorrebbe cancellare lasciandoli su una nave in mezzo al mare come si usa fare con le merci in attesa di essere scaricati in chissà quale porto.

Mi torna in mente un libro di qualche anno fa di Sergio Zavoli “La Notte della Repubblica” in questo periodo storico le tenebre hanno investito l’Italia, ma sono certo che presto il Sole ritorna a splendere e a riscaldare il Bel Paese, il vento spazzerà via i populisti e le destre neofasciste e razziste.

Peppino Palmeri

Segretario Circolo Pd

Lampedusa



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata