Notizie | Commenti | E-mail / 05:33
                    








Ok della Ugl al progetto “training on the job” dell’assessore Razza

Scritto da il 5 ottobre 2019, alle 06:22 | archiviato in Politica, politica sicilia, Salute. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

“Prendiamo atto della recente iniziativa presa dall’Assessore regionale della salute Ruggero Razza e non possiamo che apprezzare l’ennesimo gesto di coraggio da parte di un’amministrazione, come quella regionale, che vuole davvero garantire una sanità sempre più efficiente ed organizzata. Anche se il progetto che si intende avviare, a primo impatto, potrebbe apparire  inopportuno e fuori luogo, in realtà persegue una strada corretta nell’ambito della formazione del personale medico. Non possiamo infatti soprassedere sull’incredibile condizione nella quale ci troviamo che, certamente, è tale non per colpa del Governo regionale attuale. Come non possiamo dimenticare che il dramma dell’assenza di medici è una triste realtà in tutto il territorio nazionale,  essendo anche figlio di anni di mancata programmazione. L’attività posta in essere dall’assessore Razza, quindi, se non è di certo una soluzione definitiva, rappresenta un piccolo, ma importante, passo in avanti che segue il recente aumento dei posti di specializzazione, mettendo a disposizione delle borse regionali e chiedendo al Ministero dell’Istruzione un notevole incremento dei posti disponibili nelle scuole di specializzazione.
Sarebbe ovviamente quest’ultima la soluzione ideale ma, nelle more che venga finalmente  applicata, nelle corsie e soprattutto nei presidi di pronto soccorso va mandato qualcuno! In questo modo, con “training on the job”, tanti giovani, peraltro abilitati alla professione medica, fungeranno da supporto ai colleghi, completando la formazione all’interno delle strutture ospedaliere. Cosa che avviene già nelle altre discipline. Per questo, nel contesto, ci piace rilanciare la nostra proposta di affidare le funzioni didattiche anche ai medici ed al personale tecnico, con adeguato curriculum formativo, operante nei policlinici, affinché possano integrare il settore dei formatori. Sosteniamo dunque l’idea di Razza, nella consapevolezza che questi giovani medici, che di fatto avranno delle funzioni analoghe a quelle degli specializzandi, si troveranno dopo due anni con la possibilità di accedere al mondo del lavoro, nel settore dell’emergenza-urgenza e nel circuito del 118. Quindi non una nuova forma di precariato, ma una reale opportunità di lavoro. Auspichiamo infine che questo investimento nel giro di pochi anni possa tramutarsi, previo consenso del Ministero, in un aumento dei posti disponibili nelle scuole di specializzazione, per avere medici con pieno titolo nei nosocomi.” Lo dicono Carmelo Urzì e Raffaele Lanteri, rispettivamente segretari delle federazioni regionali Sanità e Medici della Ugl.

 



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata