Notizie | Commenti | E-mail / 10:27
                    








“Per restare al Sud”, patto all’Unipa contro la fuga dei cervelli

Scritto da il 13 marzo 2020, alle 06:14 | archiviato in Arte e cultura, Politica, politica sicilia. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Restare al Sud? È possibile secondo ERSU Palermo e ANDE Palermo che ieri hanno organizzato, presso la residenza Santi Romano a Palermo, l’iniziativa “Per restare al Sud: opportunità, formazione, scelte”.

Nel corso del pomeriggio è stato siglata una dichiarazione d’intenti per realizzare un’idea progettuale che possa contribuire a dare una possibilità ai giovani siciliani di continuare a puntare sulla propria terra. Il progetto prevede di assegnare borse di studio tematiche e la possibilità di stage formativi per l’inserimento degli studenti nel mondo del lavoro. Le borse dovrebbero essere offerte da imprese o associazioni di imprese.
Sul fronte del tema di diritto allo studio, invece, sarà creata una “rete di protezione” che riesca a garantire un alloggio a tempo determinato agli studenti che non avendo un luogo dove stare rischiano di lasciare gli studi. Lo strumento utilizzato sarà una “Banca del tempo”. Gli studenti, in cambio di ospitalità, offriranno parte del proprio tempo per dare un contributo alla comunità.

“Nuove opportunità di lavoro per i giovani e crescita competitiva per le aziende, questa è la formula di un impegno preso dal governo regionale che – sottolinea l’assessore regionale dell’Istruzione e Formazione Professionale, Roberto Lagalla – si traduce per esempio nel bando 33/2019 destinato ad avviare un dialogo produttivo tra formazione professionale e mondo imprenditoriale. Vogliamo accrescere la competitività delle imprese siciliane, investendo sulla formazione di soggetti disoccupati o inoccupati, in particolare di giovane età e in possesso di adeguati titoli di studio, e creando le condizioni per il loro stabile inserimento in azienda”.
“L’Ersu – ha sottolineato il presidente dell’ente, Giuseppe Di Miceli – vuole farsi parte attiva nella ricerca di soluzioni che possano arginare il fenomeno dello spopolamento della Sicilia. Quindi, il diritto allo studio deve essere coniugato con il diritto al lavoro e, in tal senso, ci impegneremo affinché venga contrastato in modo efficace il fenomeno dell’emigrazione dei giovani che non fanno più ritorno causando il definitivo depauperamento della nostra Isola”.



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



1 Risposta per ““Per restare al Sud”, patto all’Unipa contro la fuga dei cervelli”

  1. Lo Curto Giuseppe ha detto:

    L’ importante è importare braccia.
    I cervelli senza soldi, non vanno da nessuna parte .

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata